domenica 30 novembre 2008

Never Back Down

Poteva andare molto ma MOLTO peggio...
In pratica è un Karate Kid moderno (con tutti gli stereotipi del caso) in chiave M.M.A.
Contro
La colonna sonora e il montaggio di molte scene sono da video clip, in pratica non c'è una musica ma solo canzoni "rocchettare" da bimbiminkia.
Del Vale Tudo viene mostrato solo l'aspetto backyard... ovvero i combattimenti che i cerebrolesi teenanger americani fanno dietro casa, filmano e schiaffano su Youtube o peggio ancora i Felony Fight.
Pro
Dinamiche di allenamento e combattimenti ben realizzati e molto realistici.
La trama non è assolutamente originale ma il film si lascia guardare.
Incredibile lo spazio dedicato al Jiu Jitsu brasiliano, submission, raspado e ground£ la fanno da padrona...

Tirando le somme un film stramaledettamente commerciale ma assolutamente superiore alla maggior parte dei film "marziali" (tranne red belt)prodotti nell'ultimo ventennio.
Per intenderci un praticante di boxe tailandese si guarda i film di Van Damme e si fa una risata... un praticante di M.M.A. o BJJ si guarda Never Back Down e dice "non male..."

La lotta? Una droga naturale...

Quando si parla di Jiu Jitsu si pensa quasi sempre all’aspetto agonistico o alla difesa personale…
Si parla di efficacia, di gare, di dieta per perdere peso, di studiare tecniche…
Tutte cose sacrosante (tranne la difesa personale che il sottoscritto non insegnerà MAI a nessuno), ma a mio avviso un aspetto del Jiu Jitsu spesso non preso in considerazione, ma vera forza assoluta di questa disciplina, è la dipendenza che porta, volendo citare il buon Saverio Longo (non so se è sua ma io l’ho sentita da lui) la lotta (nel nostro caso il Jiu Jitsu Brasiliano) è una “droga naturale”.
Parlavo con mia moglie di quanto è infelice oggi la gente per colpa di tutti questi reality show trasmessi e del bombardamento televisivo a cui siamo costantemente sottoposti, soldi soldi e ancora SOLDI! Cosa vuoi fare da grande? “Quand’ero piccolo non era difficile trovare bambini che a questa domanda avrebbero risposto il poliziotto, il vigile del fuoco, il medico… oggi il sogno di molti giovani è andare in televisione… magari da MARIA DE FILIPPI a fare gli UOMUNI in mutande davanti ad una commissione di stimati “professionisti”, o di andare al grande fratello per dimostrare di non saper fare un bel nulla!
Parlando del desiderio e della venalità mia moglie mi ha detto “a te che te ne frega, basta che hai un tatami e stai apposto…”
E’ vero, verissimo!
Come me ci sono tantissimi appassionati che trovano nella lotta quella cosa in cui canalizzare tutti i “grilli per la testa” che immancabilmente hanno.
Quando il Jiu Jitsu ti “aggancia” è fatta... ci pensi durante la giornata, quando sei soprapensiero pensi a come migliorare il tuo gioco, andare in palestra non significa più farsi il fisico o atteggiarsi, significa solo fare Jiu Jitsu… tutto questo è bellissimo!

sabato 22 novembre 2008

Prossimi appuntamenti




14 Dicembre 2008

NGT V Iustitia Divina - Milano
Ciro Ruotolo VS Paul Reed




14 Dicembra 2008
6° "NO-GI" CIJJE - MOdena

14 Dicembre 2008
Torneo Interfederale Submission Wrestling - Andia

Saremo presenti a tutti e tre gli aventi...

martedì 18 novembre 2008

16/11/08 Coppa Italia di Grappling

Evento semplicemente titanico!
Duecento iscritti, livello molto alto in 2° categoria, assolutamente stellare nella 1°…
In assoluto il più grande evento di lotta di sottomissione mai realizzato in Italia ed uno dei migliori in Europa, regolamento un pochino antipatico ma sti cazzi! Grande Saverio Longo e tutto lo staff!!!

I ragazzi si sono comportati bene, purtroppo causa impegni lavorativi del lunedì (il buon Lino attacca a lavorare alle 03.30 del mattino) siamo dovuti andar via e nessuno ha potuto lottare nei ripescaggi…

Sebbene non abbiamo conquistato nessun podio posso tranquillamente affermare che i ragazzi si sono fatti valere sconfitti in alcuni casi dal regolamento e non dall’avversario.

Complimenti a Lino Guida per aver superato il blocco della competizione vincendo per triangolo il primo incontro e perdendo per un’ingenuità sebbene stesse dominando per 7-2 al secondo.

Davide Cannizzaro che fino a due mesi fa non sapeva neanche cosa fosse il grappling perde al primo incontro 4-3 contro un allievo di Bernardo Serrini (ciao Bernà!) davero bravo e tecnico.

Cazziatone per Ciro Ruotolo che si presenta sulla bilancia a 70.4 e viene, GIUSTAMENTE, sbattuto nella -80 Kg, dove perde 2-0 contro Paoletto Strazzullo (che vincerà la categoria) e contro Screpante al ripescaggio sempre ai punti.

Amerike Galdi perdeva di misura contro un avversario un attimino scorretto...

Nikola Todorov e Gianluca Iuliano sconfitti dal regolamento e Gianfranco Glielmi dal suo ginocchio... peccato.

Galileo Barbirotti in costante crescita vince il primo incontro per finalizzazione e si ferma al secondo.

Giuseppe Greco non entra nel match e commette un errore che gli costa molto caro.

Complimenti al Team di Napoli con Renato Avallone (1 class. -92 2° cat.) e Miguel Restrepo (2° class. -70 1° cat.) e al mitico Marco Galzenati!


Grande gara, grande realtà Italiana….

domenica 9 novembre 2008

Campionato nazionale brasiliano di Grappling 2007

Alcuni incontri

Milton Vieira VS Viscard Guimaraes


Jonatas Novaes VS Denison Soldani


Victor Bomfim VS Jonatas Novaes

sabato 8 novembre 2008

Rômulo Barral VS Roberto Abreu Mondiale 2007

Self Defence

E' inutile negare l'importanza dei video didattici...
Questo è il miglior prodotto in circolazione in merito alla spinosa questione della difesa da strada...
Amici paranoici, ragazzi che vi sentite costantemente minacciati... posate la Magnum e studiate...
Buona visione e, mi raccomando, TRY THIS AT HOME!