martedì 10 gennaio 2017

Parola d'ordine Jiu Jitsu

L'evento Nipponico RIZIN (erede spirituale del Pride FC) ci ha regalato IL match di cui noi praticanti del Jiu Jitsu avevamo bisogno.

Kron Gracie VS Tatsuya Kawajiri

Personalmente ritengo questo incontro STORICO per il Jiu Jistu.

L'astro indiscusso della famiglia kimonata più famosa al modo, nonché figlio dell'icona Rickson Gracie, dimostra quanto possa essere efficace il Jiu Jitsu in un contesto dove lo stesso non viene compromesso per esigenze di spettacolo.

Sono convintissimo che all'interno della Gabbia dell'UFC Kron sarebbe stato letteralmente vessato dai continui STOP da parte del arbitro che, per esigenze di "copione", avrebbe costretto a riprendere da posizione eretta il combattimento più e più volte... e magari l'esito dell'incontro sarebbe stato diverso.

In terra nipponica il tifoso "medio" non è il lardoso Yankee del cazzo armato di birra e panino pronto a fischiare al minimo stallo on the ground, quindi nella maggior parte dei casi i combattimenti sono Compresi dallo spettatore nell'intero del loro essere e non vi è castrazione alcuna da parte dell'organizzazione.

Questo è il match. Questa è l'ennesima prova del talento di Kron.





martedì 3 gennaio 2017

Coppa Italia Grappling FIGMMA 2016

L'anno si è chiuso con la partecipazione, in assetto ridotto a causa dei NUMEROSI infortuni, alla Coppa Italia di Grappling FIGMMA.

Ciro Ruotolo Argento Classe A 77 KG

Il buon Ciro fa una gara senza sbavature, supera i primi tre incontri e perde la finale contro l'amico Gianluca Redaelli (MATSIDE), nulla da recriminare. Sono contentissimo che il nostro molosso si sia di nuovo messo in discussione e che, come sempre, abbia onorato la nostra Accademia.

Davide Cannizzaro Argento Classe B 84 KG

Un rientro STORICO per Davide, lontano da anni dalle competizioni vince le prime tre lotte e si ferma in finale dove perde ai punti e porta a casa un argento PESANTE. Il Cannizzaro è sempre dimostrazione di determinazione e risolutezza.

Ivano Casilli 77 classe D

Ivano decide di scendere di una categoria e si presenta alla gara decisamente stanco. Unito al drastico calo del peso, ha sicuramente influito una trasferta stancante e una lunga attesa. Ivano si ferma sconfitto 0-2 al primo incontro... le prossime andranno Sicuramente meglio.

Questo è quanto, con due medaglie si è concluso questo 2016; un anno particolare caratterizzato da un "cambio di veste" non ancora terminato.

Il nostro cane sta facendo la muta... ma non molla la presa.

Ad maiora...