lunedì 28 settembre 2009

Stage con Rogerio Olegario



Sabato 3 ottobre a Napoli alle ore 15.00 presso la palestra Eagle Gym si terrà lo stage del maestro Rogerio Olegario, lo stage durerà 3 ore, con spiegazione nuove tecniche sparring e eventuali passaggi cintura.

ADCC 2009… sempre più Gi!


Panno, termine simpatico per definire il Kimono...
Pigiama, termine dispregiativo utilizzato dagli inglesi per definire il Kimono...
Gi, abbreviazione ufficiale per definire lo strumento definitvo per essere un buon lottatore... il Kimono!

Si è conclusa l’edizione 2009 di uno dei tornei No-Gi (niente kimono, appunto) più prestigiosi al mondo (probabilmente IL PIU’), l'Abu Dhabi Combat Club (ADCC) svoltosi a Barcelona.
Anche quest’anno c’è stata l’ulteriore conferma dello stradominio assoluto del Jiu Jitsu brasiliano in quasi tutte le categorie.
La problematica dell’allenarsi (e far allenare) con o senza il kimono in previsione di appuntamenti importanti senza “il panno”, cruccio di molti istruttori, anche quest’anno ha trovato l’ennesima risposta… mettersi quel cavolo di Kimono addosso ed allenarsi.
Volete sapere chi l’ha spuntata alla fine?

Fino a 65,900 Rafael Mendes (BJJ);
Fino a 76,900 Pablo Popovich (BJJ);
Fino a 87,900 Braulio Estima (BJJ);
Fino a 98,900 Xande Riberio (BJJ);
Oltre i 99 Fabrucio Werdum … BRAZILIAN JIU JITSU!
Le chiacchiere stanno a zero... il Kimono è fondamentale!


Il girone "dantesco" dei -66 kg, dove si vede prevalere il giovane Mendes niente poco di meno che su Leo Viera in semi-finale e cobrinha in finale.

Nova Invicta non solo Jiu Jitsu... Punisher War Zone



Terza trasposizione cinematografica di uno dei miei personaggi preferiti... Il Punitore.

Contrariamente a quanto scritto da tanti il punitore è un fumetto quasi impossibile da portare nelle sale, volete sapere perché?
Perché il punitore è:
Fascista
Violento
SPLATTER!

La signorina Lexi già con il remake di Hooligans aveva chiaramente esposto le sue idee sul perdono e sul porgere l'altra guancia, affidarle la regia del “diplomaticissimo e progressista” punitore è stata una cosa azzeccatissima.
Punisher War Zone è un capolavoro assoluto.
E' fascista... assolutamente
E' violentissimo.
E' SPLATTER... teste mozzare, arti mutilati, sangue a iosa.
Questo è il punitore... o si ama o si odia.
Questa trasposizione cinematografica si ispira alla serie Max, la versione "adulta" dei fumetti Marvel.
Non ci sono compromessi, non c’è voglia di compiacere... infatti il film in America è stato un flop nelle sale e in Italia è arrivato direttamente sul mercato Home Video.
Buona visione... solo per chi ne è interessato.

sabato 26 settembre 2009

Il Jiu Jitsu “Giocoso”?



Per via dell'assenza delle percussioni a volte il neofita interpreta un allenamento di Jiu Jitsu Brasiliano come qualcosa di semplice e, soprattutto, di non faticoso.
Il nostro corso si tiene all’interno della pugilistica Metropolis, quindi capita spesso di fare lezione in mezzo ai pugili che, in virtù dei continui sacrifici che fanno, degli allenamenti estremamente pesanti a cui si sottopongono e alle botte che prendono e danno, non riescono a comprendere fino in fondo la complessità e la durezza della nostra arte.

Complesso.
Il Jiu Jitsu tra le varie discipline di lotta è, a mio avviso ovviamente, la più complessa da studiare.
L’utilizzo del Kimono ed un regolamento decisamente permissivo se paragonato ai parametri delle altre discipline appartenenti al “grappling” come la greco romana e il judo, rendono la lotta estremamente varia e le situazioni decisamente numerose. Proprio a causa della miriade di “complicazioni” che possono venirsi a creare in un singolo match molte volte si è costretti a ricorrere alle lotte condizionate, costringendo lo studente ad utilizzare un limitato numero di tecniche per far si che questi le apprenda veramente.

Faticoso.
Il Jiu Jitsu è faticoso, questa è la verità nuda e cruda. Se si vogliono ottenere dei risultati bisogna sacrificarsi in palestra, limitarsi a tavola, dormire… sono tutte cose con le quali si deve fare i conti se si vuole migliorare il proprio modo di lottare. In parole povere se si vuole diventare dei veri lottatori si deve avere un determinato stile di vita. Per alcuni significa semplicemente aggiustare di poco il tiro con le proprie abitudini, per altri non significa nulla perché del vivere salutare già ne fanno un credo… poi ci sono quelli che vivono la notte, mangiano come i maiali e si allenano (anche bene), il loro sarà sempre un percorso 50 e 50.

Tutto questo non significa che fare Jiu Jitsu non sia divertente… anzi!.

fare 2 ore e passa di allenamento intenso tornando a casa stanchi,

alternare giornate in cui ci si sente un Dio della guerra e si riesce a disintegrare tutti i compagni di allenamento ad altre in cui ci si sente un sorcio capitato per sbaglio nella tana dei leoni,

gareggiare abbracciando la vittoria e facendo i conti con le sconfitte.

Se è questo che vi piace allora il Jiu Jitsu è divertentissimo… e noi ci sentiamo come dei bimbi a Disney Land ogni volta che saliamo sul tatami, perché il sacrificio è la cosa più bella.

Ma la cosa più importante è che Nikola Todorov è una chiavica di cristiano perché venerdì 25 settembre si è tatuato e sabato mattina non si è presentato in palestra per farci ammirare il suo nuovo tatuaggio… un disco volante che rapisce una mucca.


lottando in palestra...

sabato 19 settembre 2009

Gianfranco Glielmi 1° classificato all'Europeo CBJJE!


Come da titolo il nostro medico, unico rappresentante per la Campania e, ovviamente, per la Nova Invicta, si aggiudica il primo posto all'europeo della CBJJE organizzato in Svizzera, diventando il primo campione europeo salernitano.
In attesa di un resoconto dettagliato di Gianfranco voglio spendere due righe per questo individuo...





Portrait of a serial killer...

Il nostro carissimo Gianfranco Glielmi entrato da subito nella Nova come medico nel giro di pochissimo è diventato il medico pazzo. Personaggio totalmente sciroccato si è buttato da subito nell'aspetto agonistico della nostra disciplina (il medico ha 33 anni). Dopo un anno di difficoltà dovute ad automatismi presi dal semi-contact (disciplina in cui Gianfranco ha gareggiato per anni) che non si sposano assolutamente bene con le discipline lottatorie, il buon medico ha fatto il classico salto di qualità nell'ultimo mese e, in virtù della sua stabilità mentale assai vacillante, due settimane fa mi ha detto che aveva intenzione di iscriversi all'europeo per vedere "come andava".....

Che t'aggia ric' medico... E'JUT BON!!!!

p.s.
voglio ringraziare i ragazzi del Clan Italica di Matteo Piran che hanno sostenuto Gianfranco.

venerdì 18 settembre 2009

giovedì 17 settembre 2009

I° Meeting Campania Jiu Jitsu




Lunedì 14 settembre 2009 si è tenuto il primo raduno del Team Olegario Campano denominato Campania Jiu Jitsu.
Tema del meeting la mezza guardia ottimamente affrontato dalla cintura nera Marco Galzenati.
Marco ha dato ancora una volta prova di essere un ottimo insegnante, pignolo all’estremo non tralasciando nessun particolare e capace di trasferire il suo sapere anche agli atleti con minore esperienza.
Dopo un’oretta dedicata alla tecnica si è passati ad un accesa seduta di lotta alla quale nessuno si è risparmiato…
Siamo tornati a casa tutti estremamente soddisfatti da un lato e abbondantemente “imprecanti” dall’altro visto che essendo il tutto organizzato di lunedì ci sarebbe aspettata ancora una bella settimana di “fatica” sulle spalle!

Appuntamento ad Ottobre per il secondo raduno…

venerdì 11 settembre 2009

aggiornamento link


E' online il blog del Grappling Clan, il gruppo di Saverio Longo & Co.

Tappa obbligatoria per chi vuole (e può) fare un salto a Roma per prendere due legnate.

martedì 8 settembre 2009

Non ci ferma nessuno!


8 settembre 2009... Brazilian Jiu Jitsu a Salerno = NOVA INVICTA!

un saluto a Gianfranco che, in trasferta salernitata dalla Sardegna, ci ha (ri)onorato della sua presenza in palestra... grande!