martedì 22 novembre 2011

I quattro dell'Ave Maria...

... ovvero le cronache della Fall Cup.

In tempi brevissimi e con data proibitiva, il 26 novembre c'è il Milano Challenge a diritto considerato il più grande evento nel panorama del BJJ italico, domenica scorsa la Kombat League coordinata dal Maestro Marco Galzenati ha organizzato una competizione della "lotta con panno" che tanto amiamo.
Una cinquantina di iscritti è un risultato più che soddisfacente viste le premesse, dal canile parto per l'impresa Don Galielo Barbirotti, Salvatore "Panza" Terralavoro, il geometra Francesco Eliseum e Christian "50 cent" Ceccarelli...
Esordio per il geometra e per panza (entrambi cat. 82,300 kg) nelle Blu con un sconfitta ai punti, diciamo che proprio male non è andata, il battesimo c'è stato adesso però bisogna concretizzare e solidificare "lo stile".
Male per Galileo (76 kg blu) che becca al primo turno colui che si aggiudicherà la categoria, il prode Andrea Macaluso (allievo del M° Galzenati), perdendo per un brabo... il Don deve capire una volta per tutte che c'è bisogno di regole e disciplina per rendere sui tatami di gara, meno deeeeee e più sudore Galilè!
Il buon Christian come unico iscritto nella cat. 70 KG blu si vede inserito nella 76... tenendo presente che Chrì è un 65 kg cominciamo bene.
Per nulla intimorito 50 cent vince tre lotte e perde in finale contro il sopra citato Andrea. Quattro lotte per il Cecca tutte risolte ai punti... 24 minuti di agonismo che equivalgono a ore e ore spese sul tatami con i compagni in palestra, bravissimo fifty!
Vista la mia assenza i quattro dell'Ave Maria hanno ritenuto opportuno non fare l'open... e hanno fatto male.
Il Jiu Jitsu non è solo agonismo, anzi per molte persone non lo è affatto, ma se si decide di percorrere la strada dei cronometri, dei segna punti e delle medaglie si deve approfittare di OGNI singola opportunità per confrontarsi... soldi ed impegni permettendo ovviamente.

Al rientro dall'impresa i quattro l'indomani erano già sul tatami... e questa è la cosa più importante.

Buon Jiu Jitsu a tutti... anche a chi non fa l'open!


Christian Ceccarelli (Kimono Blu) in azione...

sabato 5 novembre 2011

San Mango Piemonte... il paradiso dei lottatori.


Sono passate due settimane dal cambiamento.
La palestra è grandissima e molto attrezzata, è praticamente impossibile fermarsi salvo per stanchezza; con 200 metri quadrati di tatami c’è sempre posto per lottare e nell’ipotesi ci sia un numero spaiato di lottatori il dispari ha solo l’imbarazzo della scelta su come impiegare il turno di cinque minuti “libero” per poi passare alle lotte spettanti …
Personalmente sto cercando di portare il ritmo di 10 riprese a lezione (di cui 5 o 6 con il buon Ciro Ruotolo) al di fuori delle vasche di riscaldamento, proiezioni e drill vari … e devo dire che sono molto soddisfatto della risposta del mio corpo.
I chili di troppo, accumulati per cedere il passo agli allievi a causa dello spazio ridotto nelle precedenti sedi, sono destinati ad andarsene questo è poco ma sicuro.
I dolori diminuiscono, i primi giorni in cui mi svegliavo al mattino distrutto cedono il passo ad una senzazione di benessere.
Non so cosa ci riserverà il futuro, ma una cosa è certa onorerò questo “paradiso dei lottatori” cercando di essere un insegnante sempre migliore e un lottatore sempre più preparato.

Comunicazione di servizio


In previsione dei due prossimi appuntamenti agonistici
20 novembre gara di jiu jitsu a Roma organizzata dal M° Marco Galzenati
11 dicembre coppa italia di grappling FIGMMA Ostia Lido
gli allenamenti saranno il lunedì e il venerdì con il kimono, il mercoledì senza kimono sempre dalle 20.00 alle 22.00.
Inoltre la palestra è SEMPRE aperta
i giorni dispari dalle 09.00 alle 11.00 per open mat e sala pesi
tutti i giorni dalle 17.00 per open mat e sala pesi
il sabato pomeriggio per open mat e sala pesi
200 metri quadrati di tatami e tutte le attrezzature che si possono immaginare sono a disposizione di tutti gli iscritti per una preparazione degna di un professionista.
Sotto con gli allenamenti.

martedì 1 novembre 2011

Trofeo Warrior - Il report di Panza...

La giornata inizia alle 6.40 con una chiamata di christian ceccarelli che mi chiede:Shalvatore dove sei?sono le otto meno venti!!...
vado a prendere christian all'ora stabilita e partiamo con un pò di anticipo..e poi andiamo alla volta di nocera per prendere Massimo Nacchia.
il viaggio è gradevole e ricco di chiacchiere futili tanto che arriviamo a Roma e quasi non ce ne accorgiamo...arriviamo alle 11.20 al palazzetto e dopo
una questione inutile con la signora delle pulizie che non voleva farci entrare nel palazzetto finalmente decidiamo di parcheggiare a pagamento ed entriamo
alle 12 spaccate...il primo impatto sulla manifestazione è di sorpresa...due maxischermi tatami nuovi figherrimi presi dall'america segnapunti su tv a schermo
piatto,luci da discoteca di vari colori...e tutto ancora da allestire...nel mentre che noi prendiamo posto nella zona che diventerà il nostro lercio bivacco assistiamo
alle prove di un gruppo di ballerine e ci facciamo la fame in attesa del peso(che aprirà a nostra insaputa facendoci sprecare il vantaggio tattico di arrivare presto)
arrivo sulla bilancia e sto 700 grammi fuori peso...esco e mi metto a correre come un pazzo e scendo di 300 grammi...non mi vogliono far gareggiare.per un
attimo ho pensato che era meglio cosi...poi ho deciso di insistere e sono salito sull'altra bilancia..questa mi dava 80kg spaccati.finito il peso mangiamo un Pò di riso in bianco.
poi c è il briefring iniziale dei maestri e noi non avendone uno in sede ce lo andiamo a seguire come se fossimo noi i maestri di noi stessi.qui vengo a scoprire il motivo
di tutti questi sponsor e di questa mega ultra organizzazione..sky riprenderà l'evento...ecco perchè la M2 picture ha stanziato dei fondi generossissimi(solo fra tatami e premi
di classe A se ne sono andati 14.000 verdoni..in più c'era un presentatore il cameramen casse d'acqua gratis cibo a buffet gratis un dj che metteva musica tecno-dance fra
un match e l'altro).alle 14 inizia l'evento e io mi tengo caldo inutilmente fino a quando alle 18.30 decidono che è il mio turno.ringrazio caldamente paolo girone
che si è offerto come coach e che mi ha montato quella fastidiosissima "armatura" e a massimo che mi ha prestato la sua conchiglia.
Affronto il mio primo avversario...gli do un pò di fastidio con qualche jab e credo che uno di questi mi sia valso anche un punto...l'avversario non è per niente
aggressivo e rimane in fase di studio..faccio un primo tentativo..jab-low kick-double leg...l'avversario sprowla e ci rialziamo.ritento..jab,l'avversario indietreggia e io lo colpisco
preciso al volto con un high kick!(è stata la sorpresa della serata!).e prendo un punto...poco dopo riprovo con la stessa procedura e il double leg entra e prendo side e poi la montada.
tiro armolock ma faccio il classico erroraccio di non bloccare con la gamba la testa dell'avversario e per poco non finalizzo..finisco in mezza guardia e provo una leva al braccio..
ma ormai il tempo è quasi scaduto e sto vincendo 8 a 1 indi per cui decido di risparmiare le forze.il prossimo match lo faro più di un ora dopo e in contemporanea con quello
di christian(che sfiga).
inizia il match è subito il mio avversario si dimostra abile nel combattimento in piedi...i miei jab non lo infastidiscono anzi ogni volta che attacco mi arriva un colpo..concludo che lo devo
portare a terra il prima possibile e ci riesco con un double leg sparato verso l'alto con cambio mano lotta-libera style(come l'high kick sono rimasto abbastanza sconcertato da me stesso).
prendo mezza guardia e lui mi chiude in ghigliottina...non c'era e io volevo lottare a terra.in pratica sguscio via e il casco scivola come se la mia testa fosse un lupino e il casco la buccia.
purtroppo però devono interrompere perchè io sono senza casco.perdiamo un sacco di tempo nell'opera di riallacciamento(gran sfiga considerando la mia resistenza di fiato e la probabile
ma non verificata normalità in fiato del mio avversario). e cosa ancor più brutta riniziamo in piedi...guardo il cartellone e non ho capito il perchè conduco per 3 a 0.appena ci ridanno il via
il mio avversario inizia ad attaccarmi furiosamente,io mi chiudo ma 3 colpi entrano e fanno punti,poi tiro un double leg classico e lui mi salta in ghigliottina..questa volta però la "fortuna"
non è dalla mia parte...la mentoniera si incaglia sotto il mio mento il casco non sfila e sono costretto a battere...
sul match di christian non mi esprimo perchè in pratica non l'ho visto...
è stata una bellissima giornata l'evento era grandioso e ben organizzato e credo che difficilmente potrà essere replicato con tanto sfarzo..a meno che non trovano un nuovo facoltoso
sponsor...c'era pure la telecronaca su quello che facevi!!il ritorno è stato un pò problematico mi sono mezzo perso per le vie di roma...del resto ero stanco e rincoglionito dalle mazzate
prese e dallo stress XDD


Qualche considerazione da parte del sottoscritto:
1. La FIGMMA ancora una volta da prova di lavorare per ogni singolo fighter in maniera eccezionale
2. Se la M2 picture ha deciso di dare questo "piccolo incentivo" è segno che l'Italia non è il terzo mondo marziale
3. Christian è un coglione perchè ha dimenticato che c'era l'ora solare.

orario anno 2017-2018 Come sempre a San Mango Piemonte, presso la palestra di lotta… ad un minuto dall’uscita dell’autostrada “San Mango P...