martedì 24 maggio 2011

22/05/2011... delirio.


Ma quanto mi piace vedere una bella affluenza alle gare in terronia!
Il “supergiovane” Bartolomeo Bonvino ed il prode Paolo Girone ci danno la possibilità di competere in una gara di Jiu Jitsu No-Gi con regolamento IBJJF, due materassine un’ ottantina di iscritti; arbitrano Marco Galzenati e Claudio (non ricordo il cognome!) allievo di Paolo.
Gara cominciata alle 11.00 finita alle 14.00, tutto scivola via con grande tranquillità, c’è chi vince ed esulta chi perde e pensa già al prossimo appuntamento, i tempi in cui si dovevano aspettare mesi per fare una gara spesso lontana sono solo un ricordo lontano.
Per il Jiu Jitsu D.O.C. made in Salerno si presentano sul tatami in sei e portano a casa sei medaglie .
Francesco Eliseo 1° Class. Open Classe C e 3° Class. Kg 82.300 Classe C.
Salvatore Terralavoro 2 Class. Open Classe C.
Galileo Barbirotti 1 Class. 70 Kg 70 Classe B.
Christian Ceccarelli 2 Class. 70 Kg Classe B.
Antonio Bassano 3 Class. 76 Kg Classe C. (UN GRANDISSIMO TERZO POSTO SU TRE!!!!)
Appuntamento alle sette di mattina sotto casa mia (graaande lusso concesso grazie alla mia prepotenza di “maestro”), manco siamo partiti che scatta subito il “Totò&Peppino-Mode”…
Galileo non c’è, lo aspettiamo 30 minuti sotto casa mia :”Galileo è uno stronzo, lo sospendo un mese dalla palestra!”, grido io. Galileo, puntuale alle sette, ma per un non preciso motivo (o meglio il motivo è MOLTO preciso ma è “riservato”… coglionaggine cronica a parte ovviamente) , non aspetta sotto “casa mia” ma a cento metri da “casa mia”, passano trenta minuti :”deeeeeeeeeeeeeeeeeeee, prrrrrrrrrr, deeeeeee, gdaaaaaaaaaaa” pensa Galileo. Inevitabilmente mentre andiamo via ci becchiamo ci mandiamo a cacare a vicenda e si parte ridendo, convinti che questa sia l’ennesima pietra miliare nella “colorita” storia della Nova, l’evento che caratterizzerà questa gara è già “esploso” alla partenza, pensiamo.
Pensiamo…. ci illudiamo visto che non teniamo conto che alla competizione pugliese, in un’altra macchina, la macchina di e guidata da Panza c’è lui, il nuovo acquisto della Nova Invicta, l’individuo capace di far BRILLARE di luce propria l’intelletto di Christian e Galileo, capace di fare sembrare Americo una persona dai modi “reali” e non “rurali”, una persona al cui cospetto la Nova Invicta intera può essere paragonata ad una seria e borghese “Accademia di Jiu Jitsu Brasiliano” … Antonio “Camillo” Bassano.
Qui di seguito ingredienti, caratteristiche e testimonianze della “creatura”:
1° Si presenta alla competizione con una pantalone di un kimono tagliato a bermuda con tanto di risvolto in vita,
2° A dispetto delle Rashguard all’ultimo grido il mito indossa una maglietta con la scritta spartana “ SU’ CAMILLO!”
3° Una simil-leccata di vacca tipo serial killer… in buona sostanza Hannibal Lecter, Patrick Bateman e Dexter Morgan frullati in un unico individuo con l’aggiunta dell’ingrediente segreto.
4° Antonio lotta nel girone all’italiana, erano in tre, perde la prima lotta e anche la seconda contro avversari già navigati, ma si gioca le sue carte e “rischia” di vincere in entrambi i casi. Ad avventura terminata si presenta al tavolo per reclamare la medaglia del terzo posto
5° In stato di trance (ALMENO SPERO!!!) si spoglia INTEGRALMENTE per cambiarsi senza rendersi conto che sta all’interno di un palazzetto dello sport con cento e passa persone!

Per il resto del gruppo, che ricordiamo essere composto da individui la cui imbecillità (la mia per prima) è stata solo offuscata Domenica dalla Creatura questo è il resoconto:

Esordio anche per un altro soggetto, un misto tra Norman Bates e il protagonista di American Pie, Emanuele Indelli che sul 4-0 in suo favore a manco un minuto dalla fine del match ritiene opportuno attaccare facendosi finalizzare come un pollastro!

Eliseo e Panza dopo l’insuccesso in categoria sbaragliano tutti all’open arrivando a giocarsi la finale vinta da Francesco.

Galileo e Christian, ancora una volta,
superano gli avversari e si ritrovano in finale … questa volta è Galielo ad avere la meglio.

A tenerci compagnia durante la giornata c’è stata anche la compagine dei cugini napoletani rappresentati da nuove leve capitanate dalla Lota Master Antonio Mormone che buttandosi in prima serie, cinture viole e lui è una blu, finalizza con un magistrale triangolo dalla guardia l’avversario e si aggiudica la vetta del podio.
Decisamente contento della giornata, con il medico louco al seguito tiro le somme… la qualità c’è, stiamo lavorando bene, i ragazzi raccolgono quello che seminano, le cazzate non mancano e va bene così!
E questo è quanto …
Buon Su’ Camillo a tutti!

giovedì 19 maggio 2011

Lezione con il Maestro Atalla...


Mercoledì 18 maggio 2011… diserto la lezione, lascio soli i ragazzi e mi reco accompagnato da Panza, Ciruzzo e il Medico a Cardito per partecipare alla lezione di una cintura nera che mi ha sempre incuriosito molto a causa dell’enorme considerazione di cui gode da parte di alcuni lottatori che rispetto molo, il Maestro Roberto Atalla.
Sin dalle prime battute, cioè quando ancora in abiti civili stava seduto sullo sgabello nell’entrata della palestra, il Mestre dimostrava una forte propensione verso il dialogo e la voglia di conoscere i partecipati senza limitarsi ad essere un distributore di tecniche (magari mi sbaglio ma a me ha dato la piacevolissima impressione di essere il classico tipo che se gli dai corda attacca a parlare e finisce il giorno dopo…). Saliti sul tatami, come ormai da abitudine per i praticanti di jiu jitsu, alcune certezze vengono infrante. Atalla comincia con lo spiegare la toreada (una variante) e senza neanche avere il tempo di pensare o di dare per scontato il fatto di conoscere ormai tutte le sfaccettature ALMENO di questo passaggio zacchete arriva il monito ricorrente … non si finisce MAI di imparare e il jiu jitsu né è la prova! Mi rivolgo a Marco Galzenati (cintura nera dall’ENORME bagaglio tecnico) e anche lui mi da subito cenno di non conoscere tale variante, lo stesso vale per l’enciclopedico Gianfranco Delli Paoli… e va BENISSIMO COSI’!
La lezione VOLA e senza neanche rendermene conto si sono fatte le 22.00, si torna a casa con la contentezza di aver diviso il tatami con un Maestro veramente meritevole e con l’enigmatico dubbio del perché una persona così solare abbia scelto un gay come suo rappresentante in Italia!!!
Desidero ringraziare Alessandro Donatiello per aver organizzato la cosa, con la speranza che tale “riunione” non rimanga un evento isolato e che sia accompagnata anche dalla sua adesione alle nostre iniziative agonistiche e non…
Buon GIUGGIZZU meridionale a tutti… anche al diversamente bello di Sestri, al terrone di Molfetta e al grande gay livornese!!!

p.s.
Finita la lezione, usciamo... tutti alle macchine... il Medico, Panza, Io... tutti tranne Ciro che in un misto di estasi, rincoglionimento e normale amministrazione è entrato nella macchina di uno sconosciuto (scambiandola per quella del nostro Gianfranco) che, molto gentilmente, gli ha detto "io t'accumpagnass pur, MA NUN T CANOSC'!"... Nova Invicta Jiu Jitsu, C'AMMA FA SEMP RICONOSCERE.
Oiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!


giovedì 5 maggio 2011

Grazie Alfredo!


In anteprima la bellissima illustrazione dell'artista Mojo, nonché tatuatore UFFICIALE della Nova Invicta, soggetto della T-shirt in palio per i primi tre classificati di ogni categoria della Nova Invicta Grappling Cup 2011
Grande Mojo!!!!!!!!
Mojo Tattoo
http://www.mojotattoo.net/
http://www.myspace.com/mojotattoo
http://www.youtube.com/mojotattoonet