venerdì 24 dicembre 2010

Buon Natale!!!



Buon Natale! Buona Natale!! Buon Natale!!! Oh oh oh!!!
Natale di Sabato e Santo Stefano di Domenica … che sfiga! Io sto in ferie, ma mia moglie lavora e questo porta automaticamente me in uno stato di “ferie lavorative”… sigh!
Poco male tanto l’80% degli appartenenti al canile non fa un cazzo dalla mattina alla sera, quindi non può capire questo sfogo. .. comunque oggi 24 Dicembre signori e parlando di sfasulati non posso non fare gli auguri al grande Christian Ceccarelli che oggi compie gli anni, AUGURI FANTASMINO!
Nella speranza che Americo, pieno di alcol peggio di una bottiglia di spirito, risparmi il nostro blog dai suoi interventi al limite della carcerazione, auguro a tutti un buon Natale!

domenica 19 dicembre 2010

Jiu Jitsu a 100 km/h!


Un Highlight superlativo per un campione che ben rappresenta il lato spettacolare della nostra disciplina, la cintura nera come la notte Wilson Reis.
Che questo mostro (160 cm!) possa essere di ispirazione per i più giovani, mentre per i più vecchi... beh uagliù nui c'amma sul attaccà!

Gian Paolo Doretti - Passaggio della guardia a farfalla.



Gian Paolo Doretti, cintura marrone sotto Rogerio Olegario, ci mostra in modo dettagliato un passaggio della guardia a farfalla...

p.s.
Gianpà se vedi un "inutile" come votazione tranquillo è quel coglione di Americo...

venerdì 10 dicembre 2010

Americo



Americo e Ciro, il Troll e il Molosso sono i membri storici della Nova Invicta (ex Free Style Association).

Di Ciro se ne è parlato e se ne parla abbondantemente, è il campione della nostra palestra e funge da faro per i nuovi iscritti mostrandogli quello che si può ottenere con sacrificio e dedizione.
Di Americo se ne parla poco e spesso male, purtroppo il sig. Galdi è dotato di una rarissima abilità, un super potere se vogliamo… chiamiamolo "il dono”.
Questo “dono” consiste nella sua abilità nell’essere sempre e comunque sgradevole e capace di postare indecenze inenarrabili … guai a dargli carta bianca!
A furia di scrivere e dire fesserie, di porre avanti sempre e comunque solo il suo prepotente lato trollesco non da la possibilità agli altri di capire quanto sia innamorato del jiu jitsu brasiliano e quanto ci tenga alla pratica del SUO sport e, di conseguenza, di non capire quanto sia capace e in grado di trasmettere a sua volta.
Americo è un esempio di dedizione quasi unico e il suo Jiu Jitsu è solido… il problema è che lui non lo sa, anzi è convinto del contrario.

Trollao adesso stai attraversando un momento negativo... l'unica cosa che puoi fare è stringere i denti e combattere.

Di seguito posto due suoi incontri…



giovedì 9 dicembre 2010

Brazilian Jiu Jitsu - Tecnica



Ceccarè per la prossima volta...
L'hai sbagliata domenica e dopo me l'hai chiesta giustamente in palestra... ma io, altrettanto giustamente, mi sfastareo di spiegartela!

mercoledì 8 dicembre 2010

Allievo – Maestro ...



… un amico, un compagno di squadra, uno spartano al tuo fianco nella falange … MAI E POI MAI UN CLIENTE!
Qui non si vendono né pacchetti né “prodotti ben confezionati”… si da solo amicizia, sudore e dolore.

Mi permetto di citare l’amico Bernardo Serrini:
“Un allievo è prima un amico che condivide la tua stessa passione e poi uno studente....Comunque MAI un cliente, né tantomeno, contemporaneamente, un allievo quando si tratta di portare la bandiera della scuola e un cliente quando si tratta di pagare le retta mensile!!!”

Lotta di sottomissione? il Sud c'è...


E’ un’ora è mezza che cerco di far funzionare farmville… non carica, dovevo raccogliere cazzo! Errore http 500… per me è dialetto aramaico.

Nell’attesa mi dilungherò sulla “questione meridionale”.
Domenica 5 dicembre ci siamo sparati un’altra bella competizione vicino casa, per la precisione ad andria. Il 20 febbraio ci sarà la gara di jiu jitsu organizzata da Salvatore (link alla vostra destra), sempre nel mese di febbraio in Campania si organizzerà nuovamente il torneo “Hard Times”, a Giugno ci sarà la seconda edizione del nostro torneo di grappling targato FIGMMA.
Io di professione faccio il ragioniere, mi piace fare affidamento sulle cose pratiche e, all’occorrenza, mi piace fare i conti “alla salumiere”…
In pratica senza se e senza ma (trad. seghe mentali)e senza scusanti, al sud i team ci sono quindi, a rigor di logica, si possono tranquillamente organizzare gare con una media di 70-100 iscritti a competizione.
Quali solo le “trappole” che possono essere azionate inconsapevolmente o, ahimè, in piena coscienza dagli istruttori per convincere i propri allievi a lottare o meno?
Noi lottiamo solo con il kimono …
Noi non lottiamo con il pigiama …
Noi non lottiamo con il pigiama perché FACCIAMO MMA … e poi non li vedi manco ad un match.
Noi lottiamo solo ad i tornei di un certo livello …
Noi lottiamo solo nei tornei riconosciuti dalla federazione …
Noi non lottiamo alla gara di tizio perché è un incompetente …
Queste, grosso modo, sono alcune delle motivazioni (o scuse) che vengono usate per “pilotare” i ragazzi verso o contro una determinata competizione.
Tornando alla “questione meridionale” e ai conti del salumiere …
Foglio di carta e penna:

Nova Invicta
Yin Yang
Team Olegario Napoli
Team Olegario Marcianise
Skorpion Team
Accademia Wu Dong
Team Olegario Mesagne
Wcra
Submission Fighting Union
Tra team che ho dimenticato (mi scuso) praticanti affiliati, istruttori derivati, scuole di kick jitsu e judo, hai voglia!

Quindi, come dicevo prima, l’obiettivo 70-100 iscritti a competizione è decisamente fattibile, ragion per cui mi sento in dovere di esprimere il mio pensiero.
Salute, soldi, voglia e tempo libero permettendo
Si lotta di BJJ? Lottate…
Si lotta NOGI? Lottate…
Il vostri maestro dice che lui lotta solo nelle competizioni di Brazilian Jiu Jitsu, si va a fare l’Europeo a Lisbona, spendendo mezzo stipendio, e non partecipa ad una gara a 30 km da casa? Va benissimo… però voi guardatevi in torno alzate il ditino e dite “io voglio lottare”.
Il vostro maestro si impunta a lottare solo in competizioni federali o “imprenditoriali”? voi alzate il ditino è dite “io voglio lottare”.
Le motivazioni per non partecipare ad una gara “vicino casa” sono tante, ma non devono essere stronzate…
Come direbbe l’istruttore del “Corso di cazzotti del dr. Johnson” lottatori o lote … a voi la scelta!

Farmville ancora non si apre … e che cazzo!

lunedì 6 dicembre 2010

Andria Submission Cup V - Report


Un’altra gara è andata.
Quinto appuntamento con la lotta di sottomissione per la città di Andria organizza Paolo Girone, come al solito abbiamo partecipato.


Roberto “Pruno” Iuliano -68 kg classe B
Veramente sfortunato Roberto, becca al primo incontro il vincitore di categoria che, al momento, è nettamente superiore al nostro tedesco preferito… Poco male, sono incontri come questo che stabiliscono i limiti da raggiungere e superare, non mancherà a te riuscire nell’impresa… PRUNO!

Pruno... la lota del giorno...



Francesco Eliseo -78 kg classe B
Assolutamente non in giornata Francesco perde ai punti il primo incontro… avversario alla portata, pazienza.

Francesco Eliseo


Salvatore Terralavoro -88 kg classe B
Panza incontra il suo clone, praticamente lo stesso modo di impostare l’incontro, lo stesso modo di lottare… perde ai punti, di misura, contro il vincitore di categoria.

Panza



Carmine Germano -68kg classe B
Il Simpson salernitano stupisce e in barba ad una sfiga, seconda solo a quella di Nikola, che lo vuole perennemente infortunato e lontano dalle competizioni, si piazza terzo superando egregiamente i primi due avversari e perdendo la semifinale.

Simpson



Nikola Todorov -78kg classe B
Nikola vince quattro incontri e porta a casa l’oro, buona prestazione, ottimo il risultato… Nikola riesce a gestire tutti e quattro gli incontri in maniera esemplare, porta a casa un bel primo posto e passa di diritto in prima serie.

Nikola Todorov



Christian Ceccarelli -78kg classe A
Esordio nella massima serie per il nostro fantasmino che, pur perdendo, fa spettacolo dando vita ad un match veramente bello. Avversario corretto, tecnicamente preparato e “leggermente” più pesante (74kg) del nostro Christian (65kg). Grande Chrì ti sei fatto onore.

Fantasmino

domenica 5 dicembre 2010

Submission Andria 2010... aspettando il report

"Si una famiglia..."
“ Hei, fusto! La vuoi sentire una nuova?”
“Sì, perché no.”
“Toc toc…”
“ Chi è?”
“Un merlo che fa mè!”
“ Come un merlo che fa mè!”
“ Beh, se la mucca fa mù allora il merlo deve fare per forza mè!”
“ Ah! Ah! Ah!! Chi te l’ha raccontata?”
“Eeeeliiooo..."



In fila...


...spalle a muro...



...chiaviche, latrine, gabinetti, Americhi, figli di Sherman, cloni di Christian, Ciroidi, spadaccini, pruni, LOTEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

domenica 28 novembre 2010

Eduardo Telles *TURTLE MASTER* BJJ HL


Segnalato dal Medico Louco... ogni giorno che passa mi rendo conto che co sto signore ho fatto danni irreversibili!
Che questo video possa essere illuminante per il rigidissimo Davide Cannizzaro...

sabato 27 novembre 2010

25/11/2010 Meeting - Report



Giovedì si è svolto a Napoli il primo incontro dei gruppi appartenenti alla League Jiu Jitsu Italy per quanto concerne la stagione 2010/2011.
Una trentina di persone hanno calcato le materassine per assistere alle spiegazioni di Marco Galzenati che, per l'ennesima volta, ha dato prova di una rara capacità di trasmissione... è la cosa, in una disciplina come il Jiu Jitsu, è fondamentale.
Esaurito il discorso tecnico ci siamo dedicati alla sessione di lotta.
Siamo partiti con voler gestire quattro coppie alla volta alla fine erano il doppio e forse di più... e questo la dice lunga sulla voglia di confrontarsi dei ragazzi.
Il sottoscritto, causa salute carente, si è "limitato" a tre lotte... Renato Avallone, Davide Cirelli e Salvatore Grillo, non male come test post febbre!

Abbiamo lavorato sodo e la nostra regione, la Campania, è terra di Jiu Jistu...

Mentre scrivo questo report squilla il mio cellulare, è Renato Avallone che mi comunica la sua vittoria, l'ennesima, al Milano Challenge... unico rappresentante per la Campania, cinture Viola, finale vinta per sottomissione... tanto per cambiare.

giovedì 25 novembre 2010

mercoledì 24 novembre 2010

Si ma il BJJ contro più avversari...

Come giustamente scrive qualcuno, principalmente Mario Puccioni che si ammazza un giorno si e l’altro pure per avvisare i naviganti sulle VERE arti marziali, ormai le M.M.A, ma anche il jiu jistu brasiliano da solo, hanno dimostrato che ci sono arti marziali che funzionano e minchiate che vengono spacciate per arti marziali.
Il problema non è tanto il dimostrare cosa funziona e cosa non funziona … il problema è che esistono persone che per un non preciso motivo (masochismo, poca voglia di lavorare in palestra, paura di farsi la bua) preferiscono scimmiottare un improbabile animale studiando l’antica forma del maestro pickopallin di Pechino, invece di “perdere” tempo a cercare di studiare una leva del jiu jitsu o un pugno del pugilato, la cui funzionalità scaturisce da principi di fisica e non da studio del meridiano in contrapposizione con la cometa di Americo che si incrocia con la data di nascita di Nikola Todorov…
Puttanate signori mie… PUTTANATE! E la gente a cui gustano si butta! E’ perfettamente inutile che ci ammaziamo a cercare di far capire la VERITA’ oggettiva delle cose… ci sarà sempre un finocchio di maestro che spunterà dal nulla e farà leva su quelle persone che cercano quel tipo di pratica... ovviamente quelle persone non sono adatte allo studio di una disciplina vera e difficilmente si amalgameranno con un gruppo di VERI praticanti marziali. Nel 2010, con youtube e cose varie, i giochi sono fatti… non è più come prima che c’erano i pentiti delle “arti marziali tradizionali” oggi se uno vuole PERDERE tempo a studiare “la posizione del cavaliere” lo faccia, i tempi sono cambiati vent’anni fa quando studiavamo un calcio girato eravamo convinti che potesse funzionare perché nessuno ci aveva dimostrato il contrario, quando eravamo convinti che Bruce Lee era veramente un campione del combattimento era perché nessuno poteva dimostrare il contrario… oggi sappiamo che Lee era un attore, che il kung fu non serve a un cazzo e che i sistemi di difesa personale sono puro marketing… oggi lo sappiamo! Se uno continua a spaccare tavolette di legno e a fare la posizione della Gru vuol dire che ha fatto la sua scelta, ha deciso di fare qualcosa di simpatico, spensierato, paradossalmente anche faticoso, ma che all’occorrenza non serve a un nulla.
Brus lìn aiutaci tu!!!!!!!!!!!!!!

Bruce Lee "in azione"...

Avvertenza
Quest'articolo non è l'ennesimo tentativo di fare luce per il navigante, ma una spudorata pubblicità comparativa, il Jiu Jitsu Brasiliano è meglio del Kung Fu/JKD/Silat/etc.etc. ... per un'Italia migliore vota l'omino che fa Jiu Jitsu!

martedì 23 novembre 2010

lunedì 22 novembre 2010

20 Febbraio 2011 - Salento Open Cup


Competizione di Jiu Jitsu Brasiliano.
Salvatore Costantini promette di fare le cose in grande... ovviamente la Campania supporterà la sua iniziativa al 110%!
Il blog dell'evento a questo link

domenica 21 novembre 2010

Modena 20 Novembre 2010 Europeo C.B.J.J.F - Report


Di ritorno da Modena, su quattro partecipanti, i ragazzi portano a casa un argento e un bronzo.
Daniele Paolantonio 70 kg bianche adulti (fino a 30 anni)
Salvatore Terralavoro 88.3 kg bianche adulti (fino a 30 anni)
Christian Ceccarelli 70 kg blu adulti (fino a 30 anni) Bronzo
Gianfranco Glielmi 88.3 kg blu master (fino a 30 anni) Argento

Daniele Paolantonio supera il primo incontro senza sbavatura alcuna, fa presa, proietta egregiamente, marca il posizionamento, prende la montada e finalizza (manco stesse leggendo il manuale delle istruzione del piccolo maniaco del bjj), si ferma al secondo incontro, non senza stringere i denti, contro il vincitore di categoria (una bianca MOLTO ESPERTA promossa blu sul podio). Buona prova per Daniele che da chiarissimi segni di miglioramento ad ogni competizione a cui partecipa dimostrando che quella che sta percorrendo è la strada giusta per diventare un lottatore di livello.

Salvatore Terralavoro al suo terzo appuntamento agonistico della stagione 2010-2011 per la prima volta si ferma al primo incontro della giornata. Una proiezione mal calibrata stoppa la gara del nostro EX-Panza che, suo malgrado, acquisisce altra esperienza da mettere da parte per diventare sempre più competitivo…

Christian Ceccarelli affronta la gara esprimendo quasi il 100% delle sue possibilità, dopo aver superato il primo avversario dando vita ad un incontro veramente bello si ferma in semifinale contro il vincitore di categoria al quale darà seriamente del filo da torcere pendendo ai punti (di pochissimo) e dimostrando che, in un solo anno di pratica, ha veramente meritato la cintura blu e la promozione (comunicata in questo preciso istante) alla prima serie nel Grappling… bravo Fantasmino, però cerca di abbassare di più il culo quando lotti e di essere un pochino meno testa di cazzo in palestra, grazie!

Restando in tema di teste di cazzo… Gianfranco Glielmi, classe 75, partecipa nella categoria master fallendo l’obiettivo degli 82 kg e costretto ad iscriversi nella 88 kg regalando molta sostanza all’unico avversario presente in categoria. Il medico , disattivando i neuroni al secondo minuto e mezzo, commette la bellezza di due puttatate una in fila all’altra perdendo così una finale alla sua portata e maturando (?) la decisione di continuare a calare peso e di aumentale la sua flessibilità … la scioltezza del sig. Glielmi è paragonabile alla flessibilità di un cardine arrugginito di una porta di quei casolari antichi spersi sui monti che puzzano di letame a km di distanza! Medico ad aprile fai trentasei anni … il settore Ortopedia dell’ospedale di Salerno è famosissimo non per i suoi meriti!!!

Con due medaglie e nel complesso una bella prova si chiude per noi il Campionato Europeo di Brazilian Jiu Jistu C.B.J.J.F.

A questo punto sono doverose un paio di considerazioni.

La prima di carattere economico.
Molto sinceramente, pur sforzando i neuroni al massimo, cercando di trovare tutte le spiegazioni possibili ed immaginabili, non riesco (E NON VOGLIO) giustificare la somma di 60 euro da sborsare per partecipare ad una gara, lo stesso discorso vale per il Campionato Europeo I.B.J.J.F.

La seconda di carattere nostalgico-polemico.
Sabato prossimo ci sarà il Milano Challenge gara organizzata da Milanimal con un anno di anticipo, la settimana scorsa c’è stata la Coppa Italia di Grappling, organizzata ogni anno nel mese di novembre. La polemica sta tutta nel criticare l’organizzazione per aver proposto un campionato che ha tutte le carte in regola, tranne il costo dell’iscrizione ovviamente (ma c’è il precedente dell’”intoccabile” Europeo I.B.J.J.F.), per diventare un grande appuntamento per il nostro Jiu Jitsu e una bella finestra sulla realtà europea. La nostalgia sta nel ricordare che simili stronzate erano all’ordine del giorno i primi anni in cui si lottava in Italia…

Di seguito i video e l’immagine del primario del centro ortopedia dove ho già prenotato una visita per il Medico Louco…


Daniele Paolantonio


Cristian Ceccarelli



Il primario

giovedì 18 novembre 2010

Raduno league jiu jitsu italy-campania


Il giorno giovedì 25 novembre alle ore 19.30 si terrà il meeting regionale campano della L.J.J.I presso la palestra D dello stadio S. Paolo, che inaugurerà anche il nuovo corso che si svolgerà nella suddetta palestra dalle 20.00 alle 22.00 i giorni pari. L'ingresso è gratuito per gli appartenenti alla League Jiu jitsu Italia per gli esterni il costo è di 10 euro.

Docente: Marco Galzenati

mercoledì 17 novembre 2010

3° Coppa Italia Grappling NO-GI Report


III COPPA ITALIA di Grappling FIGMMA e I Campionato Italiano di Combat Grappling
A cura del Medico Pazzo...
la Nova Invicta si presenta con 11 atleti dei 13 iscritti alla gara. assenti giustificati Christian "fantasmino" Ceccarelli e Daniel Spinu "nu fiancu" il primo per una influenza il secondo per infortunio.
il risultato è stato di 2 ori e 4 bronzi e due 5° posto e le mie corde vocali che stavano chiedendo il prepensionamento
ma iniziamo con ordine...

LA PARTENZA
Partiamo alle 4:30 per 4 ore di viaggio calcolate dai navigatori satellitari.
Chi da Paestum direttamente , chi da Salerno passando per Nocera per prelevare il Molosso , chi allungandosi a Napoli per il randez vous con il tank Sherman ( che gentilmente ha messo a disposizione la sua macchina per il viaggio non facendo stressare nessuno alla guida) riusciamo ad arrivare nei pressi di Civitavecchia quasi con uno scarto di mezzora ciascuno rispetto ai vari convogli.
Aneddoto: dopo due ore di viaggio chiamo il Troll Galdi per sapere dove era la sua caravella e mi risponde : siamo nello stato pontificio!
allora rincoglionito per le poche ore di sonno ho come un reminiscenza mista ad un déjà vu di una scena di Ritorno al Futuro e mi sento Martyn Mc Fly :
1) guardo l'orario
2) guardo la data.
3) guardo la cartina del navigatore
OK ero in Italia

LA LOCATION
Tolfa: carinissimo paesino a 15 km all'interno ,sulle montagne che dominano il litorale di Civitavecchia.
quindi centro italia ottimo !

ma sembrava quasi un paesaggio surreale per alcuni molto simile al nostro parco del Cilento per altri molto più simile a Frittole con tanto di nebbia pre-salto spazio temporale ( e li ci siamo molto preoccupati) tentando in ogni modo di ricordarci la storia per:
1) trovare subito Leonardo da Vinci
2) scrivere la lettera a Savonarola in Inglese-Gaelico medioevale ( poi vi dirò il motivo!!)
3) ricordarci che Palos è da dove sono partite le caravelle di Colombo e non uno dei tre moschettieri.
dopo questo volo pindarico tra lo storico e il vaneggio cinematografico e dopo un semaforo per lavori in corso che al rosso mostrava una emoticon triste e al verde una emoticon felice con la linguaccia ( mancava la scritta DEEEE)...riusciamo a trovare il palazzetto megagalattico dove vi era un campo di calcio con tanta erba da fare invidia ad un rave party e San Siro, un campetto di calcetto e due palazzetti sportivi.
vediamo il nostro palazzetto con 6 aree di gara il che faceva presagire bene.


il peso era dalle 8 alle 9 siamo arrivati alle 7:50 eravamo i primi a pesarci

ore 8:20 delle altre due caravelle nessuna in vista...eravamo i primi a pesarci
ore 8:50 arriva la caravella di Todorov e Galdi ...eravamo i primi a pesarci
ore 9:00 arriva la caravella di Sherman con Ciro e il Cannizzaro ...eravamo i primi pesarci ?
NO intanto erano arrivati altre 70 persone che si sono messe in fila davanti a noi e non eravamo più i primi ma gli ultimi...(ndr meglio il viaggio spazio temporale a Frittole)
aspettiamo il nostro turno...pesati ...pagati ...iscritti.

Un ignoto personaggio della Federazione di cui ignoriamo il nome annuncia con molta tranquillità
per le 14-15 finiamo il grappling e attacchiamo con il combat grappling e per le 16-17 abbiamo finito...meno male che SAN VITO patrono di Capaccio e SAN PAOLILLO patrono di Nola ci assistevano dall'alto!

iniziano le competizioni e per me si fa un bel da fare



il primo a battezzare la competizione per il Cane della Nova è Vincenzo Coppola che lotta nella meno 60 kg terza serie

Enzo domina il primo match con posizionamenti judoistici di ottima fattura.
dolorante al torace stringe i denti e fa la finale e si porta a casa sia l'oro che una contusione allo sterno. rimettiti presto!! ti aspettiamo in palestra!!


Salvatore "EX Panza Pride" Terralvoro vince il primo match delle -90 terza serie dominando a terra un avversario che sa il fatto suo in piedi perde il secondo match nonostante quest'ultimo avversario era alla sua portata e nel finale stava quasi per ribaltare le sorti ( sfortuna!!) nel girone di ripescaggio perde perchè sottotono rispetto a quello che siamo abituati...Salvatore quando è in vena non travolge gli avversari li pianta a terra...vai Sasy!!! 5° POSTO


Francesco "Iron" Eliseo vince il primo incontro ai punti con un avversario abbastanza forte fisicamente ma il nostro francescone è più tecnico ( si vedono anche reminiscenze di tecniche apprese dalla sacra mano di Lino o 'scienziato) ma perde purtroppo il secondo incontro con un avversario che gli tira una ghigliottina su un suo tentativo di single leg ...peccato !!! 5° POSTO


Nikola "l'Esteta" Todorov nella -75 kg seconda serie vince il primo incontro per finalizzazione con un avversario che fa esprimere tranquillamente il suo modo di lottare.in semifinale incontra un avversario molto esperto che non lo fa lavorare come desidera e perde ai punti . per la finale del 3° posto l'avversario non si presenta e guadagna cosi' il podio. ottima prova comunque per il nostro Esteta nonostante gli infortuni dei mesi passati.


Davide " the machine" Cannizzaro nella -75 kg seconda serie vince il primo incontro ai punti senza nessun problema particolare. nella semifinale incontra il nostro fratello d'armi di Napoli Andrea "Sampei" Macaluso il quale gli rifila un ribaltamento ed una side position negli ultimi 10 secondi aggiudicandosi il match.
nella finale per il terzo posto incontra un avversario che lo contrasta molto bene in piedi e per tutti i 5 minuti regolamentari si rimane sullo zero a zero. si va all'over time di un minuto e l'avversario vincendo la monetina sceglie di iniziare in posizione neutra. il nostro Davide non si fa passare schienare ma anzi si fa chiudere nella sua guardia schienando l'avversario 1 punto per lui che gli fa guadagnare il match. 3° posto a pari merito con il nostro Esteta Todorov.


Paolo "Jena" Sabia (16 anni) arriva alla bilancia a 65,400 iscritto nella -65 kg terza serie si ritrova iscritto per la tolleranza zero nel girone dei dannati della -70kg
perde il primo incontro con uno dei finalisti molto piu' esperto lottando molto bene ma viene ghigliottinato
vince il primo incontro del ripescaggio con una grinta tanto da proiettare l'avversario e portalo dopo vari posizionamenti nella sua guardia per una ghigliottina che gli aggiudica l'incontro.
nell'incontro successivo lotta con un avversario molto più pesante di lui e con molta piu' forza nonostante lo stesse contrastando perde ai punti. se avesse potuto fare la -65 kg sarebbe stata tutta un'altra storia


Roberto "Lucignolo" Iuliano nella -70 kg terza serie vince per strangolamento dominando il primo incontro , vince il secondo per ritiro per abbandono ma comunque già in vantaggio, perde la semifinale beccando un triangolo negli ultimi 10 secondi nonostante avesse stradominato il match e con un vantaggio di 7 a 0. Il megamaster ha già approntato un pellegrinaggio religioso a visitare le reliquie di SAN KAKU santo della chiesa e patrono della trigonometria. vince l'incontro di ripescaggio ed è 3° posto
da notare che comunque rispetto al mese scorso è migliorato il suo modo di lottare è diventato un audace!!

Daniele "Matrix" Paolantonio sempre nella -70 kg terza serie vince il primo match ai punti dominando l'avversario. Nel secondo match finalizza l'avversario con un armlock tirato quasi alla perfezione. nel terzo match perde l'incontro con il finalista di categoria per una ghigliottina nonostante gli avesse tenuto testa in piedi in maniera egregia. nell'incontro di ripescaggio vince ai punti 3° posto a pari merito con Robertino Iuliano. non contento di ciò partecipa al combat grappling seconda serie -70 kg dove ( stanchissimo )perde ai punti 5° posto . grande prova per lui sia morale che agonistica.

Marco Mandetta perde il primo match ai punti nonostante avesse proiettato bene l'avversario e stesse vincendo. bisogna ancora curare qualche piccolo particolare per imporre il gioco. ricordiamo che il M° Mandetta è 4° duan di Kung fu e che a 37 anni suonati è stato contagiato come il sottoscritto Medico Louco dal bjj e abbiamo iniziato a divertirci praticandolo oltre ad allenare la seleçao juvenil della Nova Invicta nel feudo di Paestum . inoltre non curante del risultato aspetta il pomeriggio inoltrato (quasi sera OH SAN VITO & SAN PAOLILLO) per farsi anche un match di combat grappling ( il primo a essere arbitrato nella prima competizione della federazione) che gli fa guadagnare il terzo posto.Grande Marco!!


Americo "Trol" Galdi sfoggiando la rushguard con la scritta del suo animale mitologico preferito perde il primo match per un facelock negli ultimi secondi nonostante abbia lottato con ardore suo tipico.
ringraziamo il troll per avere filmato quasi tutto e per essere stato un grande supporter di tutta la squadra con le sue perle di Lord irlandese. il troll si è prodigato anche nel fare lezioni di inglese medioevale e moderno al Davide mentre filmava gli incontri.



Ciro "il Molosso" Ruotolo. beh c'è poco da dire. classe A -70 kg 5 partecipanti girone all'italiana.
vince tutti e 4 gli incontri ai punti.
particolare menzione il primo incontro che è stato senza sbavature e molto tecnico.
il nostro Molosso è sempre pronto e all'altezza delle competizioni che richiedono la sua presenza.


un forte ringraziamento a Alessandro "Sherman" Conforti che oltre ad essere un comunista jastemmatore è stato di ottimo ausilio essendo anche arbitro nel vedere i punteggi durante le gare e inoltre grande CAMBUSIERE per usare un termine marinaresco nel preparare il suo famoso Pane Mascuotto con pummarolelle e mulegnane sott'olio che ha dato un grande vigore alla squadra per affrontare la giornata agonistica.

Sherman in "azione"...

ringrazio il Megamaster Candiloro (prego Medico! nd.Megamaster) per avermi dato l'opportunità di confrontarmi anche come coach e spero di avere dato a tutti il meglio di me stesso.
per me è stata una esperienza unica e mi ha fatto molto capire che cosa è il sacrificio di chi anche da fuori è con te sul tappeto davanti al tuo avversario e non solo il coach ma anche ogni singolo elemento della squadra di quello che ti porti da casa, delle tue speranze delle tue paure delle tue forze.
è un onore fare parte della Nova Invicta oltre ad essere un privilegio.

Gianfranco "Medico Louco" Glielmi


Non potendo contribuire al report, estremamente dettagliato... bravo Medico, vi propongo “alla sera” di Ugo Foscolo:

“Forse perché della fatal quiete fatal quiete
tu sei l'immago a me sì cara vieni
o Sera! E quando ti corteggian liete
le nubi estive e i zeffiri sereni,

e quando dal nevoso aere inquiete
tenebre e lunghe all'universo meni
sempre scendi invocata, e le secrete
vie del mio cor soavemente tieni.

Vagar mi fai co' miei pensier su l'orme
che vanno al nulla eterno; e intanto fugge
questo reo tempo, e van con lui le torme

delle cure onde meco egli si strugge;
e mentre io guardo la tua pace, dorme
quello spirto guerrier ch'entro mi rugge”


Chiude il report un’autentica perla dei fratelli Galdi … Genialità allo stato puro!

lunedì 15 novembre 2010

3° Coppa Italia Grappling No-Gi Risultati

Ciro Ruotolo Oro 1° serie 70 kg
Davide Cannizzaro Bronzo 2° serie 75 kg
Nikola Todorov Bronzo 2° serie 75 kg
Vincenzo Coppola Oro 3° serie 65 kg
Roberto Iuliano Bronzo 3°serie 70 kg
Daniele Paolantonio Bronzo 3°serie 70 kg
Marco Mandetta Bronzo 2°serie Combat-Grappling 80 kg

A breve un report dettagliato da parte del Medico Louco... non privo di varie ed eventuali "considerazioni" da parte del sottoscritto... BVUUNOOOOOOOO!!!!

venerdì 12 novembre 2010

Marco Galzenati... pensieri spiccioli da Salvatore Costantini

Dal sito di Salvatore Costantini, nostro referente per il bjj a Mesagne (link)

si è svolto mercoledì 03 novembre 2010 nella mia Accademia di Mesagne (Br) l'ormai classico appuntamento con uno dei 2 miei Maestri di Brazilian Jiu Jitsu, Marco Galzenati. Per me è stato importantissimo quando inizialmente, prima di cominciare con lui, praticavo senza una didattica precisa e lo è ancora, infatti nel corso dello stage e delle lezioni private che ho chiesto come sempre ho cercato di carpire quanto più possibile dalla sua conoscenza, esperienza e cultura in genere.
Lui ha molto da dire e da dare solo che se ne sta sempre al suo posto (sin troppo a mio parere), si pubblicizza pochissimo, non alza mai la voce....tutte cose che non alzano l'audience!
Di conseguenza molti non sanno che:

- è personal trainer, diplomato I.S.E.F. con votazione di 110 e lode, istruttore di Body Building e Fitness Libertas-Coni dopo corso triennale col grado di Maestro
- è cintura nera 1° dan di Brazilian Jiu Jitsu IBJJF (tra i primissimi in Italia)
- ha vinto la coppa del mondo con la cintura marrone in Brasile (se non erro tutt'oggi l'unico in Italia)
- campione d'europa nella categoria e nell'open con la cintura nera
- ha iniziato da bambino con il Judo e poi ha continuato con il Karate, con il compianto Maestro Beppe Panada, ha poi attraversato la fase dell’esplosione del Karate Contact con Jean Paul Pace, conseguendo la cintura nera Fe.S.I.K. per il Karate e il Ju Jits e la cintura nera di Kick Boxing con la Cisco, in seguito ha curato anche il programma tecnico del “Di Clemente Street Fighiting System” di cui è stato la prima cintura nera, data dal Di Clemente.
- Maestro di Grappling FIGR (ora FIGMMA)
- si è rivelato uno degli arbitri più affidabili in Italia





Jamm Galzenà esci allo scoperto NON AVERE PAURA DELLE LUCI DELLA RIBALTA!!! e che Kaiser...

giovedì 11 novembre 2010

Pompei... addio alla Domus dei gladiatori.



"Da Americo Galdi"

Credo sia doveroso, anche se in ritardo, ricordare la tragedia accaduta ad un pezzo del nostro patrimonio culturale. Anche se qualcuno mostra denigrazione per questa tragedia fa male vedere come sia scomparso dalla faccia della terra una testimonianza unica dell'archeologia. Fa ancora più male costatare che sia crollata ...una palestra di gladiatori, un po' la Nova Invicta di 2000 anni fa...

mercoledì 10 novembre 2010

Forza Nova Invicta!



La preparazione per la Coppa Italia di Grappling è ormai giunta al termie, qualche piccolo ritocco in questi giorni e poi via a lottare per raccogliere i frutti del duro lavoro.

Questa è una gara molto importante per diversi motivi, è una competizione difficile (categorie numerose e livello alto) e rappresenta per alcuni dei nostri un banco di prova per il salto di grado.
Al Medico toccherà l’ingrato (ingrato perché lotteranno sia Fantasmino che Americo… so cazzi tuoi medico!) compito di sostituirmi come secondo, vista la mia assenza; anche per lui sarà una sorta di esame per testare le sue capacità di istruttore e, concedetemi il termine “pesante”, di leader, visto il suo impegno divulgativo dell’arte suave in quel di Capaccio…
Chiudo dicendo:
Il bocca al lupo a tutti!
Medico sei pronto per una bella infiammazione alle corde vocali?!
Christian occhio all’argenteria!!!

Uagliù mi raccomando fate i bravi, state a sentire al Medico e ATTENZIONE A NON PERDERE CIRO IN AUTOGRILL!!!!

Osssssss…. ignore aiutami tu!

sabato 6 novembre 2010

Milano Challenge 2010

Il 27 Novembre si svolgerà a Milano la seconda edizione del Milano Challenge (link) organizzato dalla "Familia" Milanimal (link) capitanata dalla cintura nera Andrea Baggio. Anche se non conosco personalmente Andrea, ad eccezione di qualche chiacchiera in competizione e qualche scambio di mail, l'ho sempre considerato un ottimo esempio per il Jiu Jistu italiano, la cosa che maggiormente mi ha colpito di lui è la serietà con cui prende il Jiu Jitsu (da lui definito la sua religione) e la faccia che si "porta dietro"... seria, quasi nervosa, per nulla compiacente e "sorridente", tipica di colui che non vuole piacere a tutti.
Il Milano Challenge è un torneo organizzato bene dal prezzo accessibile, il biglietto aereo per Milano non è eccessivamente costoso, quindi nel complesso la trasferta è fattibile.
Il mio consiglio per gli apparteneti al canile è di farci un pensierino... anche due.

venerdì 29 ottobre 2010

TAI OTOSHI


Signori miei, a mio avviso, il Tai Otoshi è una signora proiezione!
Presa sia singolarmente che combinata con altre tecniche, ad esempio l' UCHI MATA, è una tecnica con minimo margine di sbilanciamento per chi la esegue, in buona sostanza ci vuole veramente poco per calibrarla evitando il classico "effetto capriola" che rischia di farci trovare sotto l'avversario, quindi si presta bene sia nelle competizioni di Jiu Jitsu che di Grappling.



Occhio al min 1...

lunedì 18 ottobre 2010

Rio Grappling Challenge Report

Trasferta estenuante ma ricca di metallo per il jiu jitsu campano…

Napoli :
Renato Avallone – Bronzo 1 serie 90 kg
Romeo Gianmarco – Bronzo 2 serie 75 kg
Domenico Frezza – Oro 2 serie 80 kg
Il canile (Salerno):
Roberto Iuliano 5 class. 3 serie 70 kg
Davide Cannizzaro 5 class. 2 serie 75 kg
Francesco Eliseo Bronzo 3 serie 80 kg
Salvatore Terralavoro Bronzo 3 serie 90 kg
Christian Ceccarelli Argento 2 serie 70 kg
Nikola Todorov Bronzo 2 serie 80 kg
Gianfranco Glielmi Bronzo 2 serie 90 kg
Capaccio
Spinu Daniel eliminato al primo turno.
Gara di rodaggio per la stagione 2010/2011 (ad eccezione di Renato e Salvatore)…
Trasferta estenuante, bella esperienza, giramenti di palle a 10.000… tanto per cambiare.
Per il gruppo di Napoli poche parole da spendere, bravo Gianmarco, bravissimo Mimmo… sfortunato Renato; non voglio soffermarmi sul suo match, tanto abbiamo detto in sede di competizione è inutile continuare … sarebbe un’ingiusta mancanza di professionalità da parte del nostro team e del RGC che, tranne per le incomprensibili proporzioni craniche del loro “boss”, nulla si può dire se non che è pieno di grandi lottatori estremamente corretti … un salutone al Samurai Andrea Lavaggi!

Da Capaccio unico rappresentante Daniel che continua a fare esperienza, non è andata bene ma vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare … continua così Daniè!

Per il gruppo di Salerno … il MIO gruppo … bahhh, cosa dire… non sono fischiate a nessuno le orecchie oggi?!!
Francesco Eliseo, Gianfranci Glielmi, Salvatore Terralavoro, Iuliano Roberto e Davide Cannizzaro, medagliti e non, si sono comportati benissimo, un pizzico di sfortuna e tanta stanchezza hanno influito sul loro risultato, ma sono ben poche le cose che posso recriminare a questi ragazzi …
Discorso a parte per Christian Ceccarelli e Nikola Todorov per i quali non basterebbe la Treccani delle “parolacce&Jastemme” per rendere “giustizia” alla loro giornata agonistica.
Giovedì in palestra in tempi diversi (ma frutto di comune coglionaggine):
Nikola (con faccia contenta):” Giulio mi sono pesato”
Nikola iscritto nella 75kg…
Io:” Allora?”
Nikola:” peso 77.6… ANCHE SE PER DOMENICA POSSO SCENDERE, voglio provare a fare la 80 kg…”
….
Christian (con la “solita” faccia):” o mestre mi sono pesato”
Christian iscritto nella 65kg…
Io:”Allora?”
Christian:” peso 67.5… PERO’ CON IL PANTALONE, voglio provare a fare la 70 kg…”
La mia risposta è stata per entrambi simile ed in entrambi i casi non è riportabile su un blog “decoroso” come quello della Nova Invicta … e che cazzo!
Con la speranza (vana) che i due rientrino nel peso li lascio nelle loro rispettive categorie.
Alla bilancia Nikola quasi 78 kg e Chistian 66,1 kg… superata la voglia di spaccargli lo strumento utilizzato per il peso in mezzo ai denti e di rispedirli a calci in culo a Salerno mi calmo, confortato anche da Andrea Lavaggi che si trovava nelle mie stesse condizioni con alcuni dei suoi (mal comune…), mi preparo ad affrontare una stressante Domenica…
MAAAASSICCIO!!!

p.s.
dalle ultime stime sembrerebbe che le misure della circonferenza cranica del Boss del RGC non siano quantificabili … un gruppo di scienziati della Nasa sta lavorando su sta cosa, ulteriori aggiornamenti alla prossima Rio Grappling Cup 2011, STAY TUNED!!!

giovedì 14 ottobre 2010

Domenica tutti a Livorno...


Rio Grappling Challenge.
Come sempre ci sono defezioni dovute ad infortuni (grazie Christian) e altri motivi... nonostante tutto i cani della Nova coinvolti i questa competizione saranno nove.
Salvatore, Roberto, Daniel, Gianfranco, Davide, Ciro, Nikola, Francesco e Christian... in bocca al lupo per Domenica e, indipendentemente dal risultato, date il 110%!

sabato 9 ottobre 2010

Alla prossima Mestre!


L’ennesima visita del Mestre nella nostra accademia si è conclusa.
Rogerio ha fatto lezione per tre giorni dedicandosi al 110% a tutti i presenti sia nello spiegare le numerose tecniche sia nel supervisionare le lotte a fine lezione.
Ospiti di eccezione allo stage il Maestro Marco Galzenati, accompagnato da Christian e Antonio “Lota”, l’inarrestabile Davide Cirelli, con il suo gruppo composto da Massimo, Fulvio ed Emanuele, il mitico Salvatore Grillo, Umbertone Borgia e niente poco di meno che Damiano Capo che ha messo in croce il padre Gianfranco per farsi sta piccola trasferta dalla Sardegna per stare con noi!
Il tatami è stato decisamente affollato, non ci possiamo assolutamente lamentare …


Giovedì...


Venerdì...


Sabato...

venerdì 1 ottobre 2010

Antonio Rodrigo Nogueira


Antonio Rodrigo Nogueira, conosciuto anche come Minotauro, ci spiega una variante dell'americana eseguita da immobilizzazione laterale.

mercoledì 29 settembre 2010

Rogerio "E.T." Olegario a Salerno

Nuova visita da parte del Mestre in accademia!
Questi i giorni e gli orari:
Giovedì 7 ottobre 19.30 - 22.00 Salerno
Venerdì 8 ottobre 19.30 - 22.00 Capaccio
Sabato 9 ottobre 10.00 - 12.00 Salerno


Marco Villani non avere vergogna vieni anche tu, il mestre sarà ONORATO di partecipare ad un tuo stage!

Renato Avallone bronzo all'europeo FILA in Polonia!

Renato Avallone (Team Olegario Napoli) sotto la guida del Maestro Marco Galzenati fa podio al campionato europeo di grappling svoltosi in Polonia lo scorso 24 settembre... un altro importantissimo piazzamento per il nostro cugino napoletano!

Renato, Ciro, Giulio e Angelo...

domenica 26 settembre 2010

Livorno Grappling Challenge 2010


Il Rio Grappling Club organizza a Livorno la prima gara di grappling della stagione agonistica 2010/2011.
Tre serie (1°, 2° e 3°), categorie di peso come da regolamento FILA.
Tutte le info a questo link

Saverio Longo spiega brevemente cosa è il grappling...

martedì 21 settembre 2010

Cosa abbiamo fatto...

Ci sono storie che difficilmente possono essere raccontate, ci sono storie che in pochi hanno la fortuna di vivere, ci sono gesta inenarrabili compiute da guerrieri nobili e puri di spirito…
ci sono gli eroi, i puri, coloro che attraverso le loro gesta diventano immortali…
Uomini, solo uomini, fatti di carne, sangue e ossa, che nonostante le loro debolezze raggiungono le vette più alte, sono i nostri eroi…
Christian Ceccarelli… Christian il fantasmino… Christian Jimmy… Christian doppiorum… Christian fidanzato mashio&maschio di Nikola…
La Medico Louco production è lieta di presentarvi il documentario verità sul lato ancora più idiota della Nova Invicta… Perché ricordate che si diventa immortali anche a botta di puttanate…

Christian Ceccarelli… faraway from the intelligence; very faraway… a film by Medico Louco.


domenica 19 settembre 2010

Salvatore Terralavoro 4° Class. al 2° Europeo di Jiu Jitsu FHJJS!

Per quanto mi riguarda Salvatore "PanzaPride/Scrotolavoro" Terralavoro rappresenta una grandissima soddisfazione per tutta la Nova Invicta e una delle nostre più grandi vittorie.
Panza è arrivato in palestra in bello cicciotto cicciotto, con costanza ha perso diversi kg e il suo jiu jitsu è migliorato... ma questa non è una grandissima vittoria, per perdere peso servono dieta ed esercizio fisico, non è chissà quale "miracolo"... come dicevo Salvatore si è iscritto alla Nova in condizioni non ideali per chi vuole mirare all'agonismo, Salvatore aveva (e a questo punto il passate è obbligatorio) un grande handicap e non era il peso, ma l'emotività. Questo ragazzo appena saliva sul tatami per lottare aveva delle forti crisi d'ansia che lo costringevano ad interrompere il match nonostante lui volesse continuare. Salvatore fallisce, ripetutamente, arriva al punto in cui deve scegliere se arrendersi o continuare a lottare... Panza Pride ha optato per la seconda scelta e ha definitivamente sconfitto il suo demone, si è imbarcato da solo al secondo campionato europeo di Jiu Jitsu F.H.J.J.S.(http://www.fhjjs.ch/) e ha letteralmente disintegrato le sue paure... grande Salvatore, siamo tutti orgogliosi di te.
Ecco il report della sua avventura (cazzo Panza non c'hai na memoria ma un registratore!!!)


"A parte la sola di esser finito 4 in categoria e 4 all assoluto NON OTTENENDO NESSUNA MEDAGLIA sono soddisfatto e gratificato di come è andato il tutto.
La categoria è stata piuttosto deludente...4 su 5 non è proprio il massimo....Ma all assoluto è cambiato tutto...ho fatto quarto su 56!!
C è da dire che un bel po di questi 56 si sono ritirati...effettivi eravamo poco piu di una 20ina
Cmq iniziamo con ordine
Arrivo al palazzetto alle nove meno venti e subito cerco qualcuno a cui chiedere se posso iscrivermi all assoluto....ma i tipi dello staff sono troppo indaffarati per darmi retta....alla fine trovo del personale che mi assicura che verrò inserito nella lista e mi rassereno...dopo qualche ora escono le liste e io compaio solo nella categoria heavyweight e non nell assoluto...
inizio a innervosirmi...chiedo spiegazioni e mi dicono che avro la possibilità di iscrivermi appena inizia la competizione assoluta.....intanto dopo un altra ora verso mezzogiorno iniziano a chiamare la gente per gareggiare....
Nel frattempo di rogerio olegario manco l ombra... mi ritrovo in questo stanzone con tutti gli atleti lontano dai tatami di gara e assisto a una scena a dir poco confusionaria...gli annunciatori non spiccicano una parola di ingelese....parlano portoghese quando sono brasiliani e francese quando sono svizzeri....alla fine arriva anche qualcuno che parla inglese ma il loro accento era a dir poco indecifrabile...insomma tutto ciò mi disorienta non poco...alla fine verso le due mi chiamano e vado a gareggiare....
sul tatami scopro con mia meraviglia che il mio kimono non è regolare e non posso gareggiarci...motivazione i baveri rossi...l' arbitro mi dice...hai tre minuti per trovare un gi nero...mi incazzo come una iena sopratutto perchè mi era stato assicurato che il mio kimono shimai era regolamentare...ad ogni modo trovo un tizio che mi presta il kimono entro il tempo stabilito..e gareggio.
Il mio avversario è italiano della palestra europea dinonsocosa..ad ogni modo pesa esattamente quanto me ed è alto come me...il mio clone in pratica...peccato che lui era novanta kili di pieni di muscoli.iniziamo e lui mi attacca furiosamente nel tantativo di proiettarmi...tenta un double leg e mi trasporta a mo di sacco di patate per tutto il tatami fino a sbattermi sotto la giuria...ma non riesce a proiettarmi ne a prendere punto....ad ogni modo continua a ciclonarmi a destra e a manca con la sua enorme forza e la sua ottima rapidita....per fortuna però sono abbastanza bravo in piedi da non farmi buttare all' aria.ad un certo punto mi convinco di portare il discorso a terra in quanto presto o tardi sarebbe riuscito a proiettarmi...tento una varante del taiotoshi di cui non ricordo il nome ma che tiro spesso a ciro....e va tutto a puttane...appena afferro e vado in autocaduta il mignolo destro mi lancia una fitta dolorosissima e mi fa lasciare la presa...mi ritrovo culo a terra con lui sopra di me...tento disperatamente di prendere la deep half guard...ma lui e più rapido e mi becco la montata contro....dopo pochi secondi riesco a ribartarlo...ma lui ha preso 4 punti...mi ritrovo nella sua guardia e provo a uscire...vado in open guard provo a passare la guardia ma lui va in tornado guard (mi pare si chiama così) e mi ritrovo di nuovo in guardia chiusa...alchè con uno scatto mi fa la barricata riuscendo nell impresa ma io sono abbastanza rapido da limitare i danni e lui prende solo una side....poi prende montata....e rimane li per 3 minuti...il match finisce ed ho straperso....
intanto nella colluttazione mi ficca due dita nella narice destra procurandomi un bel taglietto sanguinolento....è un tipo molto arrogante e addirittura mi sussurrava minacce di morte mentre lottavamo...cose di pazzi...alla fine della fiera io gli chiedo da quanto pratica e lui ha il coraggio di rispondermi...da un mese....che buffone alzato di culo.
Almeno mi sono detto questo vince la categoria e mi fa fare la finale terzo e quarto posto....ma manco per il cazzo! perde miseramente la finale....oltretutto vengo a sapere che la medaglia di bronzo si autoassegna direttamente all ultimo sconfitto del vincente della categoria non si fa la finale terzo e quarto....quindi mi ritrovo ad aver perso la categoria con un solo incontro e con l'incertezza di poter fare l' assoluto....molto demotivante
passano 5 ore e nulla cambia...si fanno le sette...e dopo aver chiesto a millemila persone dello staff di iscrivermi all'assoluto finalmente riesco a dare il mio nominativo..
si fa avanti il primo
Allora una volta dato il nominativo per l'assoluto vado alla ricerca di un venditore di kimoni per comprarmi un kimono regolamentare....ma di questi manco l'ombra...c' era solo un tizio che vendeva maglie tap-out e proteine e americanate simili....
ritorno nella zona destinata agli atleti e noto che ormai non c' è quasi nessuno... cmq rimango lì fin quando non annunciano l'assoluto
guardo nella bacheca e noto che il mio nome ancora non era stato messo in lista!!
a quel punto vado dallo speaker e chiedo informazioni....e dopo una giornata di formalità e puttanate burocratiche questo che fa? mi inserisce nell assoluto a gara gia iniziata piazzandomi nell ultima pool....mbha quasi non credevo ai miei occhi..cmq evviva!
i primi due match li vinco per ritiro....quindi niente da dire...alla fine finalmente un avversario...è un ragazzo timido e leggero della milanimal...nella mia mente parte gia la scritta "ti piace vincere facile? pon shi pon shi popopo!!" e invece è stato un avversario tremendo...
iniziamo..appena mi affera si butta in guardia e inizia a lavorare...come al solito con calma e pazienza apro la guardia e vado in guardia aperta..provo a passare...e questo mi fa tornado guard e mi ritrovo con un triangolo quasi chiuso una volta finito il suo bel giro...con forza riesco a rientrare nella sua guardia chiusa..lui approfitta del momento e mi tira un armlock ma io riesco di nuovo ad uscire...alchè mi fa una compressione al braccio....in pratica non mi da pace...ma riesco a scamparla ancora...
con infinita pazienza gli riapro la guardia e provo uno dei miei scrotosalti funambolici per passare la guardia aperta...quasi ci riesco ma finisco nella sua mezzaguardia...lui riprende la guardia chiusa di nuovo...io gliela riapro...intanto il tempo passa e sto perdendo per 3 vantaggi a zero...alchè mi decido di fare un nuovo superscrotosalto e riesco a fatica a prendere la nord-sud.
sono stremato e uso il mio peso per tenerlo immobilizzato...prendo 3 punti e una penalita -1 per passivita...poco importa...passano i minuti e questo non si muove..alche l'arbitro mi dice che devo muovermi altrimenti vengo eliminato...manca un minuto...penso capirai che potrà fare questo in un minuto?mi muovo un po e tento di prendere la side per finalizzarlo...ma lui si approfitta del momento e mi tira un triangolo da una posizione che non mi aspettavo...cmq per l'ennesima volta esco dallo strangolamento ma a quel punto mi tira un armlock perfetto...a quel punto penso sia finita...il mio braccio e teso e non riesco ad afferrarlo con l'altra mano ne a entrare nella guardia con la testa....ma il culo volle che al tizio grazie alle mie mani sudate perde la presa giusto all ultimo e io ne approfitto per fare mano e mano....lui cerca di nuovo la leva e mi riaffera il braccio...ma il tempo è scaduto e io vinco ...pochi secondi in piu e avrei perso...
nella foga agonistica sto tizio mi spacca il labbro
D'ora in avanti affrontero solo enormi judoka polacchi....
arriva il primo...ho il braccio destro semidistrutto causa i due tentativi di armlock e la compressione...ma continuo a lottare...per fortuna questo incontro e breve...ci sfottiamo un po con squilibri e cose varie e ci ritroviamo entrambi in ginocchio in una dinamica in cui nessuno dei due ha proiettato l'altro...alchè vado di scrotoconda e lui si arrende...
secondo polacco...questo sembra la versione evoluta e vendicativa del primo...iniziamo a lottare...rimaniamo in piedi per un paio di minuti poi lui si scoccia e mi salta in guardia...dove li rimmarro per altri 2 minuti e 40 sec circa...lui tenta svariate volte una combinazione interessante di attacco...fa una barricata aspetta che io metta la mano a terra per resiste e tenta una leva che tira spesso galileo ma di cui non ricordo il nome...penso sia l americana invertita...fa questa cosa almeno 5 volte.. ma non prende nessun vantaggio...all ultimo minuto decido di usare tutte le energie che ho in corpo per aprire sta cazzo di guardia e ci riesco...lui inspiegabilmente non va in guardia aperta ma si mette in ginocchio...non me lo faccio ripetere due volte...entro in scrotoconda e la tiro... prendo il vantaggio ma lui esce dalla finalizzazione finendo nella mia guardia chiusa a 10 secondi dalla fine...lui prova disperatamente a fare nonsocosa e perde....vinco per un vantaggio a zero...che carnevale che sono..
battuto quest'altro polacco sono in semifinale....
ora non ce la faccio proprio piu....sono stanchissimo...spero di incontrare il superpolacco piotr che era completamente fuoriposto come bianca...infatti era come raffi solo un po piu grosso e un po meno definito e in più era molto tecnico.in più era anzianotto e a quanto ho visto era a capo del team judoka polacchi...che cazzo ci faceva nelle bianche?vabbè...ad ogni modo penso se vengo sconfitto in semifinale da questo prendo la medaglia di bronzo perchè sicuramente questo vince la finale...ma non sono fortunato...becco un altro enorme judoka polocco...tutti e tre di questi polacconi erano tutti uguali fatti con lo stampino...tutti oltre i 100 sovrappeso e alti poco piu di me mbha...
era un avversario di gran lunga alla mia portata...già pregustavo la medaglia d' argento...ma lui aveva una cosa che io non avevo...energia da vendere...
iniziamo...nel primo minuto mi attacca senza sosta con i suoi osotogari-ouchigari poi finalmente si stanca...rimaniamo entrambi stanchissimi a lottare in piedi come salami per altri due minuti...lui fa attacchi quasi senza forza ma io sono passivo non riesco nemmeno ad abbozzare una proiezione...cmq non mi faccio proiettare..alchè lui prova un osotogari scandaloso per lentezza e tecnica..io ne approffito e faccio una controproiezione solo di squilibrio con le braccia...ma lo strattone era troppo debole e finisce culo a terra....e un coka del judo evidentemente non vale come proiezione nel bjj....lui si rialza subito e iniziamo di nuovo in piedi...prova un ouchigari e finalemente per lui...mi prende..cado a terra lui prende side...a quel punto lui si fomenta e ritorna a combattere come se stesse al primo minuto...prende montata e mi fa un ezechiele...mi arrendo...
e la competizione per me finisce qui...
come previsto viene stuprato in finale e io non becco medaglie...
mi faccio la doccia e dato che ormai erano le nove e mezza gli arbitri mi offrono la cena...pasta a forno e roosbeef...
ci voleva proprio...ho mangiato aggratis...
alla fine trovo il rivenditore di kimoni ma quando era del tutto inutile...in piu non aveva gi per la mia taglia
torno a ginevra verso le 11
e questo è quanto"


Panza e che cazzo volevi scrivere più?!!!!!!!!!!!!!


Salvatore con Rogerio Olegario...

mercoledì 15 settembre 2010

In bocca al lupo Panza!

Il nostro Salvatore "Panza Pride" Terralavoro è entrato nel canile con, se non ricordo male, 100 e passa kg di lardume... dopo duro allenamento, agonismo e dieta si appresta a partecipare ai prossimi campionati europei di BJJ con un grande 88 kg sulla bilancia... mitico(ex) Panza, fatti valere!

Foto di gruppo in onore di Salvatore (Gi nero), sessioni di sparring decisamente dure stanno caratterizzando questo mese di settembre, personalmente finisco ogni lezione praticamente distrutto... stare dietro a sti giovani gladiatori che si allenano 7 giorni su 7 sta diventando una vera impresa!

lunedì 13 settembre 2010

La corazzata Sherman...

Nome: Alessandro
Cognome: Conforti
Nick: Sherman
Anni: 14... nei giorni di piena maturità 15 e mezzo.
Segni particolari: vedi foto...

Film preferiti: La corazzata Potëmkin (per noi cafoni la corazzata POTIONCHIN!), morte di un professore di matematica napoletano, tutti i film dei fratelli Marx
Gruppo musicale preferito: Gli Area, l'orchestra di emil kusturica, i modena city ramblers
Interessi: oltre il BJJ, il triathlon e Christian Ceccarelli, Sherman nutre un interesse morboso per Cilento Futurista.


In posa con il suo maestro Helio Candiloro...

venerdì 10 settembre 2010

Ciao Karl!


Il nostro amico Karl Oscar ... continua la sua esperienza italiana a Firenze!
Lo spilungone svedese, cintura bianca di bjj (tranquillamente blu a mio avviso), ci saluta è continua la sua avventura nel jiu jitsu italico aggregandosi al Rio Grappling Club Firenze.
Ciao Karl, mi raccomando porta con te un po di sana scostumatezza made in Nova!

We love Tattoo!

Io l'ho sempre detto Walderlei Silva è un bravo cristiano... Gli piace menare la gente sul ring (e nella gabbia) e calciare la testa di Sakuraba come un "Super Santos" ma tutto sommato è un tipo a posto.
Nikola guarda e impara... e la prossima volta cerca di farti un tatuaggio decente!

mercoledì 8 settembre 2010

M.M.A. ? Si... però...

La Federazione Italiana di Grappling diventa la Federazione Italiana di Grappling e Mixed Martial Arts.
Coordinare il movimento della lotta di sottomissione non è cosa facile, se si pensa a tutte le differenze di vedute o la voglia di fare Brazilian Jiu Jitsu puro (entrambi sacrosanti diritti), la voglia di coltivare il proprio orticello diventando “presidente della federazione spaziale di submission” con lo scopo di incassare soldi senza dare nulla (cosa “abbastanza” discutibile … ANDATE A FATICARE BARBONI!!!), un passato italiano disastroso … tutte cose che, anche quando sono giuste, impediscono la canalizzazione in unico flusso di uno sport che sta a cuore di molte persone … la FIGR con il grappling (o submission se preferite) ci è riuscita nel migliore dei modi. Ha creato e finanziato una rosa di atleti Nazionali, ha dato la possibilità ai lottatori italiani di lottare in competizioni organizzate bene e federali, valutando l’operato di ogni lottatore non limitandosi alla sola visione del campionato nazionale... tutto fatto a dovere in parole povere, una vittoria assoluta per il nostro sport!
Coordinare la lotta di sottomissione è stata cosa dura … speriamo che con le MMA la cosa non diventi un’impresa degna delle dodici fatiche di Asterix!

Ma parliamo di M.M.A. (che di fatto sono l'argomento oggetto del post).
E’ pacifico che le uniche discipline che vanno allenate sono il pugilato, la kick (o la thai) il wrestling (o il judo) e il bjj (o il grappling)… pratiche esoteriche e deviazioni mentali che vedono come unica vittima un povero ciocco di legno le lasciamo come servizio sociale al beneficio della psicosi di massa da difesa da strada…
Nonostante questa premessa io credo (opinione criticabile sia chiaro) che l’ approccio alle M.M.A debba si essere mirato (quindi nessun corso di M.M.A. per chi parte da zero), ma non debba necessariamente diventare un secondo (?) lavoro … mi spiego.
Per fare un match di M.M.A o una carriera agonistica non credo si debba necessariamente usare la seguente lista della spesa:
nr. 1 coatch per i pugni (o peggio per la dirty boxe, dove cazzo lo prendi in Italia!?)
nr. 1 coatch per i calci e le ginocchiate
nr. 1 coatch per le proiezioni
nr. 1 coatch per la lotta a terra e il ground & pound
nr. 1 coatch globale che provvede ad amalgamare il tutto
Siamo onesti … questa è una grandissima cazzata! Un impegno simile rischia di danneggiare gravemente un ragazzo che FA BENISSIMO a fare tanto sport, ma che non deve MAI dimenticare che nella vita studio prima e lavoro poi sono le cose più importanti!
Ok, allora che si fa? Niente M.M.A.?!! M.M.A. si… però…
Focalizzatevi su UNA disciplina (il mio consiglio è, ovviamente il BJJ o il grappling) e, dopo aver fatto esperienza a livello agonistico integrate con il pugilato (o viceversa se siete partiti dai colpi)… sicuramente sarete combattenti quasi o del tutto monodimensionali, ma almeno avrete possibilità di sostenere BENE un match di M.M.A e se le cose andranno bene magari, IN UN SECONDO MOMENTO, potrete pensare di prendere la lista della spesa e “professionalizzare” il vostro allenamento … tenendo sempre presente che per noi Italiani (stipendio medio 1.000 euro) cercare di diventare professionisti delle M.M.A. può rivelarsi un sogno effimero dalle conseguenze PERICOLOSISSIME …
Da istruttore (amatoriale) il mio consiglio è di diventare bravi lottatori e imparare in un secondo momento la boxe … cazzo se Arona (IL monodimensionale per eccellenza) è arrivato al Pride non volete avere voi la possibilità di fare bene in un campionato nazionale o in un singolo match di M.M.A. ?!!!
Detto questo so che i corsi di M.M.A. da tre volte a settimana per un’ora spunteranno come funghi … pazienza!

Lascio una nota per i miei “colleghi” improvvisati:
"attenzione alla salute dei vostri ragazzi e se non avete avuto prima voi il coraggio di fare certe cose passatevi una mano per la coscienza ... i colpi con i guantini fanno male."

sabato 4 settembre 2010

World Combat Sport Games, Ciro si piazza 6° dopo quattro lotte disputate contro avversari di livello assoluto!

La nazionale è rientrata da Pechino con una medaglia, il bronzo di Lamberto Raffi.
Individualmente l'avventura di Ciro si è chiusa con un sesto posto.
Primo match contro lo spagnolo POLO VALENTIN Carlos, battuto 1 – 0.
Il secondo avversario è stato il coriaceo Bulgaro Kamenov Aleksandar che aveva la meglio contro il nostro compagno per 3-2, match intenso, avversario alla portata di Ciro… peccato.
Il terzo incontro vedeva Ciro opposto al francese Husson Matthieu (Kristov lo conosci?!!) . Il transalpino ha letteralmente demolito Ciro battendolo costantemente sul tempo, ogni movimento effettuato dal cane nocerino era difeso e contrattaccato immediatamente, il molosso è stato letteralmente surclassato … incredibile.
Ormai deconcentrato Ciro affrontava il match valevole per il 5°posto perdendo per ghigliottina contro lo Svedese HEDENBERGH Martin...

Appena arrivato in Italia Ciro mi ha telefonato dicendomi:” uè Giù o frances’ m né fatt’ i caric e meravigl!” (trad. Giulio il francese me ne ha fatto andare pieno di meraviglia … frase utilizzata dalle nostre parti, in genere, quando una persona ci sovrasta totalmente, magari in un confronto fisico o verbale.) Il tono utilizzato da Ciro è stato sincero e umile, come deve essere per colui che accetta la sconfitta e la superiorità dell’avversario. Ciro ha accettato la sconfitta contro Husson, ma non si è arreso, stamattina stava già in palestra con indosso il kimono pronto per allenarsi.
La seconda cosa che mi ha detto Ciro è stata:” almeno ABBIAMO portato una medaglia a casa...”
Questa frase la dice lunga sullo spirito di squadra che caratterizza il nostro sport definito “individuale”, e questa forse è la più grande vittoria a cui posso aspirare come “capo branco” ed istruttore di Ciro, il sapere che in un modo o nell’altro sono riuscito a creare una squadra in cui il “collettivo” è percepito talmente tanto da emergere anche in situazioni dove l’egoismo potrebbe prevalere generando rivalità e invidie … L’Italia ha partecipato ai World Combat Games come una squadra, Raffi, Serrini, Ruotolo e Klammsteiner, quattro lottatori agguerriti che insieme hanno portato a casa una medaglia, bravi ragazzi!


Il match contro Kamenov,dal minuto 11'...



Il match contro Husson

I corsi sono regolarmente ripresi. Come sempre a San Mango Piemonte, presso la palestra di lotta… ad un minuto dall’uscita dell’autostrada...