mercoledì 8 settembre 2010

M.M.A. ? Si... però...

La Federazione Italiana di Grappling diventa la Federazione Italiana di Grappling e Mixed Martial Arts.
Coordinare il movimento della lotta di sottomissione non è cosa facile, se si pensa a tutte le differenze di vedute o la voglia di fare Brazilian Jiu Jitsu puro (entrambi sacrosanti diritti), la voglia di coltivare il proprio orticello diventando “presidente della federazione spaziale di submission” con lo scopo di incassare soldi senza dare nulla (cosa “abbastanza” discutibile … ANDATE A FATICARE BARBONI!!!), un passato italiano disastroso … tutte cose che, anche quando sono giuste, impediscono la canalizzazione in unico flusso di uno sport che sta a cuore di molte persone … la FIGR con il grappling (o submission se preferite) ci è riuscita nel migliore dei modi. Ha creato e finanziato una rosa di atleti Nazionali, ha dato la possibilità ai lottatori italiani di lottare in competizioni organizzate bene e federali, valutando l’operato di ogni lottatore non limitandosi alla sola visione del campionato nazionale... tutto fatto a dovere in parole povere, una vittoria assoluta per il nostro sport!
Coordinare la lotta di sottomissione è stata cosa dura … speriamo che con le MMA la cosa non diventi un’impresa degna delle dodici fatiche di Asterix!

Ma parliamo di M.M.A. (che di fatto sono l'argomento oggetto del post).
E’ pacifico che le uniche discipline che vanno allenate sono il pugilato, la kick (o la thai) il wrestling (o il judo) e il bjj (o il grappling)… pratiche esoteriche e deviazioni mentali che vedono come unica vittima un povero ciocco di legno le lasciamo come servizio sociale al beneficio della psicosi di massa da difesa da strada…
Nonostante questa premessa io credo (opinione criticabile sia chiaro) che l’ approccio alle M.M.A debba si essere mirato (quindi nessun corso di M.M.A. per chi parte da zero), ma non debba necessariamente diventare un secondo (?) lavoro … mi spiego.
Per fare un match di M.M.A o una carriera agonistica non credo si debba necessariamente usare la seguente lista della spesa:
nr. 1 coatch per i pugni (o peggio per la dirty boxe, dove cazzo lo prendi in Italia!?)
nr. 1 coatch per i calci e le ginocchiate
nr. 1 coatch per le proiezioni
nr. 1 coatch per la lotta a terra e il ground & pound
nr. 1 coatch globale che provvede ad amalgamare il tutto
Siamo onesti … questa è una grandissima cazzata! Un impegno simile rischia di danneggiare gravemente un ragazzo che FA BENISSIMO a fare tanto sport, ma che non deve MAI dimenticare che nella vita studio prima e lavoro poi sono le cose più importanti!
Ok, allora che si fa? Niente M.M.A.?!! M.M.A. si… però…
Focalizzatevi su UNA disciplina (il mio consiglio è, ovviamente il BJJ o il grappling) e, dopo aver fatto esperienza a livello agonistico integrate con il pugilato (o viceversa se siete partiti dai colpi)… sicuramente sarete combattenti quasi o del tutto monodimensionali, ma almeno avrete possibilità di sostenere BENE un match di M.M.A e se le cose andranno bene magari, IN UN SECONDO MOMENTO, potrete pensare di prendere la lista della spesa e “professionalizzare” il vostro allenamento … tenendo sempre presente che per noi Italiani (stipendio medio 1.000 euro) cercare di diventare professionisti delle M.M.A. può rivelarsi un sogno effimero dalle conseguenze PERICOLOSISSIME …
Da istruttore (amatoriale) il mio consiglio è di diventare bravi lottatori e imparare in un secondo momento la boxe … cazzo se Arona (IL monodimensionale per eccellenza) è arrivato al Pride non volete avere voi la possibilità di fare bene in un campionato nazionale o in un singolo match di M.M.A. ?!!!
Detto questo so che i corsi di M.M.A. da tre volte a settimana per un’ora spunteranno come funghi … pazienza!

Lascio una nota per i miei “colleghi” improvvisati:
"attenzione alla salute dei vostri ragazzi e se non avete avuto prima voi il coraggio di fare certe cose passatevi una mano per la coscienza ... i colpi con i guantini fanno male."

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Atleta di MMA
Ingredienti:
2/5 bjj
1/5 muay
1/5 boxe
1/5 judo
una volta preparata la base mescolare il tutto e aggiungere
aggressività q.b.
resistenza q.b.
e tanto cuore.
Avvertenze per la preparazione:
otterrete un atleta maturo dopo almeno 10 anni di cottur... oh pardon di allenamento.

Le MMA non sono un semplice sport bensì un intreccio di discipline e componenti umane che non si possono insegnare in un semplice corso di uno o piu anni.Le MMA non sono semplici competizioni sportive, Ho sentito parlare di MMA alle olimpiadi roba da matti.
Se lo sport significa anche gioco le MMA non sono un gioco bensì una vera battaglia dove 2 guerrieri che hanno rispetto l'uno dell'altro vogliono dimostrare anche a costo di infliggere una dura lezione di avere una supremazia assoluta.

Gianfranco

CLOSED HIPHOPDEALER ha detto...

Serissimo!condivido al 100%!

orario anno 2017-2018 Come sempre a San Mango Piemonte, presso la palestra di lotta… ad un minuto dall’uscita dell’autostrada “San Mango P...