sabato 31 ottobre 2009

Meeting No-Gi 28 ottobre 2009


Mercoledì 28 ottobre si è svolto il secondo appuntamento per i team campani di jiu jitsu apparteneti alla scuola del Maestro Rogerio Olegario, anche questa volta il docente è stato la faixa preta Marco Galzenati, riconosciuto anche con il grado di Maestro di grappling dalla FIGR (Federazione Italiana di Grappling).
Il meeting si è aperto, come da programma, sull'analisi del regolamento No-Gi della FILA in previsione dei prossimi appuntamenti per poi passare alla fase didattica dove Marco, ancora una volta, ha dato prova di grandi capacità comunicative riuscendo a trasmettere ogni tecnica nei minimi particolari, infatti i ragazzi già il giorno dopo in palestra hanno mostrato di saperle mettere in pratica...

Il raduno si è concluso con una bella seduta di lotta che, viste le numerose assenze dovute a febbre ed impegni più o meno giustificabili (Galileo bastardo!!!), si è rivelata un vero e proprio allenamento con una media di 6-7 lotte da cinque minuti a testa, non male come banco di prova per i ragazzi impegnati nella 2° Coppa Italia di Grappling che si terrà il prossimo 8 novembre a Modena.
In soli due mesi questo è il terzo appuntamento che ci ha visti riuniti (2 meeting e uno stage con Rogerio), chi ben comincia è a metà dell'opera...
p.s.
Tanti auguri al neo-laureato Salvatore Grillo(27/10/09), responsabile per la zona di Caserta.

il super soldato


Visto che si è parlato di quello che dovrebbe essere l’approccio con i relativi obbiettivi per i non più giovani leoni, secondo il principio dello Ying-Yang, è doveroso adesso rivolgersi ai “giovani” praticanti e aspiranti lottatori.
Premesso che l’ascoltare il proprio corpo deve essere direttiva numero uno anche per i più piccini, questi dall’allenamento devono (e hanno l’obbligo) di pretendere MOLTO di più e devono (e hanno l’obbligo) di dare MOLTO di più…
Il praticante under-30 con tempo libero e poche responsabilità sulle spalle, con un fisico bello resistente e tanto tempo a disposizione DEVE:
• Allenarsi;
• Mangiare bene;
• NON BERE ALCOLICI;
• Non fumare NIENTE;
• Gareggiare tantissimo.
"L’importante è partecipare" è una massima che ha il suo giusto senso, purtroppo però, come spesso capita, anche in questo caso la cosa è stata un attimo travisata, diventando una sorta di “motto del perdente”.
Dopo un anno e passa di pratica fatta bene, generalmente, un individuo normodotato è in grado di esprimere un proprio “gioco” durante la lotta e quindi, ragionevolmente, può dire la sua in una gara “confezionata” in base al suo livello.
A questo punto entra in gioco la componente "passione" che fa la differenza …
Salire su gradino più alto del podio (o semplicemente “fare” podio) è il risultato di quanto ci si è impegnati sul tatami (a patto di essere seguiti da persone preparate ovviamente) e fuori dalla palestra.
Sacrificarsi per stare al limite della categoria … fa la differenza!
Allenarsi una volta in più e non una in meno … fa la differenza!
Investire qualche soldo (anche di troppo) per una gara in più … fa la differenza!
In parole povere è l’individuo che fa la differenza …
Quando in palestra vi sentite superati da qualche compagno con lo stesso tempo di pratica o in gara non riuscite a rendere neanche un poco, se avete la coscienza pulita allenatevi ancora che prima o poi i risultati arriveranno, ma se avete la pancia piena di alcolici e di munnezza dei Fast-Food, se avete la gola e i polmoni pieni di fumo, se invece di andare in palestra vi fermate a fare una partita con la “play” a casa di un amico …. Allora il problema siete voi e forse avete scelto una disciplina che pretende lealtà prima con se stessi e poi con gli altri.
Se nella vostra top ten, le prime tre posizioni non sono occupate da:
1. spirito di sacrificio;
2. impegno;
3. passione
vi consiglio di optare per un arte marziale (o sport se preferite) che magari professa il verbo senza praticare il combattimento...

mercoledì 28 ottobre 2009

fino alla fine...

Le competizioni sono un importantissimo banco di prova, questo è risaputo, ma attenzione non devono diventare un ostacolo all’obbiettivo principale di ogni praticante di Jiu Jitsu… imparare a lottare.
Purtroppo, per una serie di svariati motivi, non tutte le persone “folgorate” dall’amore per la lotta hanno la fortuna di intraprendere questo stupendo cammino all’età giusta e nelle circostanze migliori.
Capita spesso di apprezzare questa disciplina a trent’anni suonati con una valanga di responsabilità ed impegni che letteralmente ci travolge lasciandoci ben poche energie da dedicare al Tatami… un Tatami condiviso, magari, con ragazzi nel pieno della giovinezza in grado di dedicare il 110% del tempo e delle energie all’apprendimento e alla preparazione per le battaglie agonistiche.
Impegni e acciacchi vari possono impedire in alcuni casi molte gare, costringendo il praticante ad essere testimone delle gesta dei compagni, senza dargli l’opportunità di scendere in prima linea.
In questi casi l’ultima delle cose da fare, anzi, la prima delle cosa da NON fare è abbattersi e rinunciare alla pratica, perdendo di vista l’obbiettivo primo, diventare un buon lottatore!

Quindi:
1. cercare di non mancare alle lezioni quando famiglia e lavoro non si contrappongono ad esse.
2. seguire ed ascoltare il proprio corpo PRIMA dell’insegnante, se vi fa male qualcosa lo saprete sempre prima VOI, gli tsubo e i poteri paranormali noi praticanti di Brazilian Jiu Jitsu non li conosciamo e non li abbiamo.
3. non demordere e magari prefiggersi l’obbiettivo di poche gare (anche UNA sola) all’anno… per la serie meglio un giorno da leoni che cento da pecore.

Pretendete sempre il massimo da voi stessi, con la consapevolezza che non tutti possono diventare dei campioni, ma pretendetelo… quello che si semina si raccoglie SEMPRE.
Buon Jiu Jitsu a tutti.

p.s.
esseri immondi come Nikola e Galielo sto post manco lo devono leggere perchè si devono allenare e devono gareggiare il più possibile!

mercoledì 21 ottobre 2009

2° meeting Campania Jiu Jitsu



Mercoledì 28 ottobre si terrà il 2° raduno campano "Campania Jiu JItsu".
Oggetto del meeting sarà il Grappling F.I.L.A.
Durante il corso si analizzerà il regolamento F.I.L.A., si studieranno tecniche tipicamente adatte alla lotta senza kimono e ci sarà la sessione di lotta.

lunedì 19 ottobre 2009

Luca Anacoreta (Team Olegario Roma) Oro allo Scandinavian Open!

Grandissimo risultato quello ottenuto da Luca questo fine settimana.
Categoria Faixa Rosa (Cinture Viola) I Classificato.

Ecco il percorso che lo ha portato al gradino più alto del podio... da notare l'incredibile rimonta al primo incontro!

Quarti


Semi


Finale

domenica 18 ottobre 2009

Non si finisce mai di imparare...


La cosa più bella del BJJ/Grappling/MMA è che veramente non si finisce mai di imparare, spesso capita di doversi contraddire e questo è uno dei casi. Io sono un forte sostenitore del Gi, ma ammetto tranquillamente che lottare senza è molto più divertente e meno frustrante... il discorso fatto da noguera in merito alla forza fisica che influisce al momento della presa sul Gi fa riflettere molto.
Grazie Vito per aver postato questo video con la traduzione in italiano...
p.s.
sicuramente al canile qualcuno sarà contento di sentir dire queste cose da Minotauro, lo Scienziato su tutti.

Prossimi appuntamenti agonistici



Domenica 8 Novembre 2009 - Grappling a Modena
Info http://www.figr.it

Sabato 28 Novembre 2009 - Brazilian Jiu Jitsu a Milano
Info http://www.milanochallenge.com/

Domenica 29 Novembre 2009 - Submission Wrestling ad Andria
Info http://submissionfightingunion.blogspot.com/

Domenica 20 Dicembre 2009 - Grappling a Milano
Info http://www.figr.it

martedì 13 ottobre 2009

Eja Eja alalà... il ritorno di Marco!

Il buon Marco "Il Prode Leonida" Villani in pochi mesi di pratica ha pagato dazio con la dea della sfiga per tutti gli infortuni che possono capitare in un'intera vita agonistica di un normale lottatore.
Costola incrinata, schiena distrutta per un tentativo di guardia tramutatosi in un dropkick, febbre su febbre... probabilmente dimenticherò qualcosa.

Marco che questa sia la volta buona per riprendere senza intoppi, in bocca al lupo!


"Il Prode Leonida" in allenamento con "Il Bemolle"...

domenica 11 ottobre 2009

Nuovo gruppo di BJJ a Napoli - Team Olegario



E' in formazione un nuovo gruppo di B.J.J. a Napoli sotto la guida del maestro Davide Cirelli (cintura viola, allievo di Marco Galzenati)atleta già distintosi in numerose competizioni nazionali ed internazionali per maggiori info

Davide Cirelli
Email: info@wengchun-kungfu.it

venerdì 9 ottobre 2009

NUOVO CORSO DI BJJ A OSTIA FRATELLI ANACORETA - Team Olegario


ASD New Boxe
Via capo poro 32
Martedì- Giovedì dalle 20:00 alle 21:30
Sabato dalle 14:15 alle 15:30
Fabio e Luca Anacoreta
info: Luca-lucanacoreta@hotmail.it- 338/7840793
Fabio 3280844098

lunedì 5 ottobre 2009

Dream 11 - il circo giapponese delle MMA

Domani ci sarà l'undicesima edizione del Dream, evento nipponico dedicato alle MMA.
Io sono un "pentito" del Pride, sono uno di quelli che diceva che il Pride era meglio dell'UFC, sono uno di quelli che manco lo guardava l'UFC.
Da quando il Pride ha chiuso i battenti, per forza di cose, come tanti ho dirottato la mia attenzione verso lo show americano.
devo dire che c'è voluto veramente poco per rendermi conte che, superato il brutto colpo del cafonissimo pubblico americano e dell'assenza delle bellissime coreografie nipponiche, l'UFC era un evento organizzato molto meglio e "regolamentato"...
categorie di peso, anti-doping, title shot (nei limiti del possibile) comprensibili, totale assenza di fenomeni da baraccone ingaggiai per combattere.
Come dicevo domani ci sarà il Dream 11, combatteranno grandissimi fighetr, ci sarà Joachim Hansen (il mio numero 1 nelle MMA)che combatterà per la terza volta contro il fuoriclasse giappo Shinya Aoki, ci saranno Kawajiri, Bibiano Fernandes... ci sarà purtroppo ancora una volta Sakuraba (purtroppo perché i giapponesi saranno contenti solo quando vedranno il loro connazionale morto sul ring tipo Rocky Joe).
Ci saranno grandi combattenti, verissimo... ma ci saranno anche le semifinali del "Super Hulk Tournament", ridicolo torneo di pesi super massimi dove parteciperà anche quello schizzato di Ikuhisa Minowa (88 kg) che combatterà contro Hong Man Choi (quasi 150 kg!).
Ma dico io, un poco di criterio no? questo povero diavolo stava già tirando le cuoia contro Crocop, è rimbecillito TOTALMENTE, fa discorsi assurdi del tipo "la mia forza è 6 quella del mio avversario è 9" se lo batto il mio 6 si capovolgerà e diventerà un 9...
Potrebbe anche darsi (monto difficile secondo me) che domani il buon Minowaman tirerà un leglock al colosso del K-1 (assolutamente ignorante in materia di lotta) ma a cosa serve? per vedere che il piccolo(che sa lottare) vince sul grande (che è forte solo in piedi)?
Incrociamo le dita e speriamo che questi match finiscano prima o poi, è in gioco la credibilità delle MMA e la salute dei combattenti.
ecco l'operazione di peso di Davide contro Golia.

domenica 4 ottobre 2009

Report - Stage con Olegario


Napoli 03 ottobre 2009, Faixa Marron
Pur di non sentirmi nelle recchie quello scassapalle di Nikola apro subito questo post comunicando che sabato 03 ottobre, alla fine di uno stage decisamente complicato, ho ricevuto da Rogerio Olegario e Marco Galzenati la cintura marrone; sono veramente contento e ringrazio il mestre Olegario per il supporto tecnico che ha dato alla Nova facendoci fare passi da gigante in questi anni e “O Galzenà” per l’amicizia dimostratami , per la sempre disponibilità e per avermi dato la SUA cintura marrone, grazie veramente Marco!
Come dicevo prima, è stato uno stage “complicato” …
Complicato perché il grande Mestre ha spiegato una decina di tecniche estremamente avanzate, ricche di particolari, forse non adatte a tutti i presenti allo stage, comunque non è un problema, è dovere degli istruttori assimilare per poi far apprendere … e sotto quest’aspetto credo che tutte le cinture bianche presenti allo stage possano stare tranquille... le colorate non rompessero!
E’ stato complicato perché ormai la realtà del Jiu Jitsu Campano (Campania Jiu Jitsu) sta crescendo numericamente ed il tatami ieri era affollatissimo, non è stato facile gestire tutte le coppie.
Terminato il bombardamento tecnico del Mestre, ci siamo messi in fila e c’è stato il passaggio di grado per vari ragazzi.
Tra i promossi voglio fare i complimenti a Renato Avallone e Davide Cirelli (Team Olegario Napoli) per la meritatissima cintura viola (quando si deve lottare la presenza di questi due sul tatami è un incubo!), per quanto riguarda invece la Nova Invicta, Lino “lo scienziato” oppure “o tatuato” Guida è la quarta cintura Blu della nostra palestra! Questo ragazzo ha dimostrato in questi anni un impegno e un umiltà dentro e fuori dal tatami come pochi... grande SCNZIA’!
A passaggio di grado avvenuto si sono aperte le danze con una serie di lotte belle toste e qui posso dire di essere stato orgoglioso nel vedere i miei compagni di allenamento dare il massimo fino alla fine.
In ultima battuta voglio salutare l'inossidabile Maestro Marco Marini... un guerriero, un veterano, un esempio, una cintura Nera di Aikido e una vita marziale sulle spalle non sono bastate al legionario Marini che, scoperto il Jiu Jitsu Brasiliano, si è messo la sua bella cintura bianca ed è sceso da roma (dove si allena con Bruno Santos) apposta per partecipare allo stage con il nostro mestre.

Chiudo facendo due conti … ho parlato dello stage, dei passaggi di cintura, della mia marrone; credo che vada bene Nikola, va bene così? sicuro?? perfetto! “NIKO', NUN C' SCASSA' O C%&ç@O MO'! OK???”


foto di gruppo con lo scienziato fresco di faixa azul...

venerdì 2 ottobre 2009

Il Medico Pazzo vince la semifinale all'europeo CBJJE ma...

Medico Loco:" Giulio allora come mi vedi?"
Giulio:"Benissimo Medico, secondo me hai ottime possibilità..."
ML:"Si mi sento bene"
G:"Una cosa Medico, stai sempre sopra, non mettere MAI la schiena a terra, per NESSUN motivo!"
ML:"Non ti preoccupare mestre, tu dimmi quello che io devo fare... e io lo faccio."

...minuto 1.38...

orario anno 2017-2018 Come sempre a San Mango Piemonte, presso la palestra di lotta… ad un minuto dall’uscita dell’autostrada “San Mango P...