mercoledì 21 luglio 2010

Alla prossima Damiano!


Dopo quasi un mese di permanenza Damiano Capo ci saluta e fa ritorno alla sua Sardegna dove ad aspettarlo c'è il suo papà, Gianfranco Capo.
Padre e figlio per motivi familiari (piacevoli) vengono spesso a Salerno e puntualmente, Gi in borsa, si recano al canile.
Questa è la prima volta che ospitiamo solo Damiano senza la guida e il "controllo" del suo papà (quasi un fratello maggiore se vogliamo vista la differenza di età).
Cosa posso dire Damiano è più retto di una riga e più corretto di un'equazione matematica... un ragazzo di un educazione veramente ammirevole (complimenti al sig e alla sig.ra Capo!), un ragazzo talmente a modo da far sembrare inappropriato il comportamento di un uomo di chiesa! Figuriamoci come figura un qualsiasi elemento della nostra "accademia" al suo fianco...
Questo “giro” Damiano lo ha fatto alla grande, si è beccato il seminario del Mestre Rogerio e a partecipato alla Nova Invicta Grappling Cup, meglio di così!
Ciao Damiano, alla prossima…. AIO’!

venerdì 16 luglio 2010

A Domenica!


E' tutto pronto!
Ce l'abbiamo messa veramente tutta, speriamo che l'evento che vi proporremo sarà all'altezza delle vostre aspettative e, cosa più importante, speriamo vivamente che , indipendentemente dal risultato di ognuno di voi, vi divertiate tutti!
Voglio ringraziare di cuore gli organizzatori Gianfranco "Medico Louco" Glielmi e Marco Mandetta per il duro lavoro svolto (la mia partecipazione si è limitata alla pubblicità mediatica), Alessandro "Sherman" Conforti per il supporto H24, la FIGR (Saverio e Vito) per l'aiuto e tutti i miei amici conosciuti in tanti anni di lotte sui tatami d'Italia che hanno risposto favorevolmente alla nostra iniziativa e, ovviamente, a tutti gli atleti che lotteranno domenica, perché, come ad ogni gara, saranno loro il cuore e i polmoni della "giostra"...

Indipendentemente da federazioni, stili o team... ricordiamoci che siamo tutti uniti da un'unica passione, la lotta.
Valeu!

mercoledì 14 luglio 2010

Meritatevelo...



La bellissima canzone (o meglio la bellissima colonna sonora) è “He Film The Clouds Pt 2” e non può accompagnare né uno squallido high light di calcio né una coreografia degli “amici” della mediaset … un pezzo così evocativo può fare da cornice solo alle immagini e alle sensazioni che solo uno sport da combattimento può offrire.
Ci siamo battuti, abbiamo lottato, quello che una volta era uno sport di nicchia adesso è una realtà forte … alcune persone si sono sacrificate a suo tempo perché ciò avvenisse, voi giovani e fortunati amici che potete godere di tornei e federazioni, siatene consapevoli e onorate chi vi ha preceduto, onorate la vostra gioventù battendovi, onorate lo sport e la via che avete scelto …
Meritatevelo …

Christian non farmi incazzare... se non hai capito il senso del post, te lo spiego io domani in palestra, a calci nel sedere!

lunedì 5 luglio 2010

Si avvicina il termine per l'iscrizione per la 1° Nova Invicta Grappling Cup.


Indipendentemente dal numero di partecipanti (decisamente promettente al momento viste le iscrizioni) vorrei spendere due parole in merito al mio personale concetto di “agonismo” e sulla “situazione meridionale”.
Sto sulla piazza dalla nascita di questo sport in Italia, questo è pacifico e l’ho ripetuto decine di volte, e mi sono sempre sbattuto per sensibilizzare i praticanti sull’importanza del gareggiare indipendentemente dalla federazione ed indipendentemente dal regolamento … E MENO CHE MAI DALL'UTILIZZO O MENO DEL KIMONO…
Ho parlato di 1° Nova Invicta Grappling Cup, perché a costo di essere SEMPRE quattro gatti deve diventare un appuntamento fisso e un riferimento agonistico per noi TERRONI. Spero fortemente che si possa arrivare a creare un circuito “misto” per il sud, dove ci siano gare sia in Campania che in Puglia (al momento le regioni con maggiore risposta) e, con il tempo, avere adesione anche dalle altre zone…
Che sia FIGR, CSEN, AISCOMBAT o altro, DOBBIAMO darci una mossa, DOBBIAMO sensibilizzare i ragazzi sull’importanza del confronto in una disciplina che fa di questo la base per la crescita … ugliù siamo LOTTATORI per crescere non abbiamo bisogno di teorizzare ma di lottare …
Io posso tranquillamente affermare di aver sempre fatto il bene di questa disciplina, ho contribuito fortemente alla crescita di questo sport in prima persona e, portando i ragazzi a lottare in tutta Italia, gli ho fatto capire che non esistono realtà di serie A e realtà di serie B, che non è vero che chi si allena con il kimono è meglio di chi si allena senza, che non è vero che le gare più dure sono all’estero … che sono tante le FESSERIE che i “pezzi da 90” sparano … che la realtà “giusta” è allenarsi, rispettare e avere voglia di lottare …

Ci vediamo il 18 luglio sul tatami.
Giulio Candiloro

I corsi sono regolarmente ripresi. Come sempre a San Mango Piemonte, presso la palestra di lotta… ad un minuto dall’uscita dell’autostrada...