mercoledì 8 dicembre 2010

Lotta di sottomissione? il Sud c'è...


E’ un’ora è mezza che cerco di far funzionare farmville… non carica, dovevo raccogliere cazzo! Errore http 500… per me è dialetto aramaico.

Nell’attesa mi dilungherò sulla “questione meridionale”.
Domenica 5 dicembre ci siamo sparati un’altra bella competizione vicino casa, per la precisione ad andria. Il 20 febbraio ci sarà la gara di jiu jitsu organizzata da Salvatore (link alla vostra destra), sempre nel mese di febbraio in Campania si organizzerà nuovamente il torneo “Hard Times”, a Giugno ci sarà la seconda edizione del nostro torneo di grappling targato FIGMMA.
Io di professione faccio il ragioniere, mi piace fare affidamento sulle cose pratiche e, all’occorrenza, mi piace fare i conti “alla salumiere”…
In pratica senza se e senza ma (trad. seghe mentali)e senza scusanti, al sud i team ci sono quindi, a rigor di logica, si possono tranquillamente organizzare gare con una media di 70-100 iscritti a competizione.
Quali solo le “trappole” che possono essere azionate inconsapevolmente o, ahimè, in piena coscienza dagli istruttori per convincere i propri allievi a lottare o meno?
Noi lottiamo solo con il kimono …
Noi non lottiamo con il pigiama …
Noi non lottiamo con il pigiama perché FACCIAMO MMA … e poi non li vedi manco ad un match.
Noi lottiamo solo ad i tornei di un certo livello …
Noi lottiamo solo nei tornei riconosciuti dalla federazione …
Noi non lottiamo alla gara di tizio perché è un incompetente …
Queste, grosso modo, sono alcune delle motivazioni (o scuse) che vengono usate per “pilotare” i ragazzi verso o contro una determinata competizione.
Tornando alla “questione meridionale” e ai conti del salumiere …
Foglio di carta e penna:

Nova Invicta
Yin Yang
Team Olegario Napoli
Team Olegario Marcianise
Skorpion Team
Accademia Wu Dong
Team Olegario Mesagne
Wcra
Submission Fighting Union
Tra team che ho dimenticato (mi scuso) praticanti affiliati, istruttori derivati, scuole di kick jitsu e judo, hai voglia!

Quindi, come dicevo prima, l’obiettivo 70-100 iscritti a competizione è decisamente fattibile, ragion per cui mi sento in dovere di esprimere il mio pensiero.
Salute, soldi, voglia e tempo libero permettendo
Si lotta di BJJ? Lottate…
Si lotta NOGI? Lottate…
Il vostri maestro dice che lui lotta solo nelle competizioni di Brazilian Jiu Jitsu, si va a fare l’Europeo a Lisbona, spendendo mezzo stipendio, e non partecipa ad una gara a 30 km da casa? Va benissimo… però voi guardatevi in torno alzate il ditino e dite “io voglio lottare”.
Il vostro maestro si impunta a lottare solo in competizioni federali o “imprenditoriali”? voi alzate il ditino è dite “io voglio lottare”.
Le motivazioni per non partecipare ad una gara “vicino casa” sono tante, ma non devono essere stronzate…
Come direbbe l’istruttore del “Corso di cazzotti del dr. Johnson” lottatori o lote … a voi la scelta!

Farmville ancora non si apre … e che cazzo!

12 commenti:

Ale Sherman ha detto...

...giulio ma perchè insisti nel postare la foto di Nicola, Crystal (fantasmino) si sdegna per il tradimento.......

americo ha detto...

che foto equivocabile

cmq cari compatrioti delle due sicilie, anche in questo campo ci dobbiamo unire tutti contro l'invasore padano

Ale Sherman ha detto...

La Padania non esiste......

americo ha detto...

esisterà finchè noi faremo gli spadaccini e loro i galli sulla munnezza

Giulio Candiloro ha detto...

Ma che cazzo c'azzecca l'ipotetica rivalità con la Padania... io parlo di coesione nel meridione per fare gare senza fare trasferte costose e massacranti!
Uè Amerììììììììììììììììììììììì!

Anonimo ha detto...

Bellissma la foto.
Onorato
(Sono il tizio sopra!...)

Anonimo ha detto...

Un altra immagine esplicativa del nuovo fenomeno meridionale "Jiujitsu coraggioso movimento gay"!
ahahahah


p.s. Sn la fotografa!

Giulio Candiloro ha detto...

Complimenti per la foto!

Christal, mi dispiace ma Nikola è destinato a diventare un'icona del Gay-Jitsu... ti consiglio di ripiegare (in tutti i sensi) su Ciruzzo!

Stefano Fenzi ha detto...

Ho letto questo post su grappling italia, anche se non ti conosco, complimenti all'uomo e al lottatore.

Giulio Candiloro ha detto...

Grazie Stefano!

Anonimo ha detto...

Penso che il problema sia proprio lo stare dietro a federazioni, associazioni e puttanate varie.
Nomini la figmma...ma perche' non vi svegliatei e mandate a fanculo le federazioni.
Nel nord europa le cose vanno bene proprio perche' la gente ha capito da qualche anno che le federazioni servono sono a creare gelosie da supermercato.
Svegliatevi anche in Italia...qua non c'entra sud o nord ma la mentalita' delle pecore che vigge' nel mio ex paese.
Ci sono molti ancora che pensano che organizzare sia sinomino di istituzione federativa...sveglia, sveglia...
DAVIDE FERRO

Cercare di diventare guerriero essendo pecora e' una

Giulio Candiloro ha detto...

In merito al discorso del sud, la coesione deve esserci a prescindere dalle federazioni e/o fazioni … era chiara la cosa no?
Nomino spesso (anzi sempre) la FIGMMA perché rappresenta in pieno il MIO modo di vedere e gestire lo sport e, trattandosi di proprio pensiero, è cosa soggettiva per natura.
In merito al discorso federazioni, e qui la cosa diventa oggettiva, gare federali, assicurazioni che mi pagano se mi spacco una gamba in gara, nazionale spesata , sarà questo un limite o peggio una controindicazione? Non credo …
Oggettiva è anche la situazione italiana in merito al jiu jitsu e il grappling … le cose stanno bene, le palestre sono quasi tutte serie, il lottatore medio è bravo.

I corsi sono regolarmente ripresi. Come sempre a San Mango Piemonte, presso la palestra di lotta… ad un minuto dall’uscita dell’autostrada...