domenica 10 novembre 2013

La coppa Italia di Jiu Jitsu targata FIGMMA...

Puntuale ed efficiente come un politico ITAGLIANO pubblico con una bella settimana di ritardo i risultati della Nova Invicta relativi alla competizione in oggetto...

Salvatore Terralavoro cintura blu si cimenta in classe b, categoria aperta fino al grado di cintura viola ma, ad onor del vero, zeppa di cinture blu di livello.
Girone all'italiana per panza che comincia "a bomba" con una vittoria per finalizzazione, il secondo incontro lo vede in vantaggio di 5-0 fino a 19 secondi dalla fine dove si fa sorprendere da una chiave al piede che, oltre a fargli perdere il match, gli manda a puttane la concentrazione mettendolo in "depression-mode"... vanno male gli altri due match. Peccato perché il ragazzo era partito alla grande...

Galileo Barbirotti Argento per lui. Una la perde ai punti, l'altra la vince per americana al piede. Con il sig. Galienho stiamo sempre lì, non c'è nulla da fare! L'impegno non è mai al 100% e la resa ovviamente è consequenziale. Gara di merda...

Ciro Ruotolo, incredibile a dirlo, per la prima volta partecipa ad una gara di Jiu Jitsu FIGMMA sul territorio nazionale. Dopo aver vinto praticamente tutto nel NOGI si ripete e con due finalizzazioni e un pesante 8-0 e NESSUN PUNTO INCASSATO porta a casa un oro brillante.

Nulla da ridire su Ciro, poco da recriminare a Salvatore e molte cose da rivedere per Galileo. Questo è il bollettino 50e50 per il sottoscritto. Ovviamente la cosa che più mi ha fatto incazzare è stata il non vedere in campo il buon Francesco Eliseo che ha ritenuto opportuno partecipare al campionato di libera una settimana prima della ben più importante competizione "nostrana" procurandosi un grave infortunio che ha fatto saltare questa gara ed un importante appuntamento nelle MMA.
Ogni volta che faccio il democratico in palestra me ne pento. Mi rendo conto che per tirare su una squadra il pugno di ferro è sempre la soluzione migliore.
Francesco ti garantisco che non farai MAI più un cazzo di niente di testa tua, promesso.





Nessun commento: