lunedì 20 aprile 2009

II° campionato nazionale di Grappling


19 aprile 2009, secondo campionato nazionale di Grappling, 140 iscritti…

Del nostro gruppo molti gli assenti, tutti giustificati, peccato…
Partecipano alla competizione Ciro Ruotolo, Gianluca Iuliano, Galileo Barbirotti e Paolo Di Blasi.

Ciro lotta nella -74 kg 1° serie, vero e proprio girone Dantesco… Franceschini, Strazzullo, Di Liberti, Brozzi, Anacoreta sono solo alcuni dei nomi dei ragazzi che hanno partecipato in questa categoria dando prova di un livello decisamente alto. Purtroppo Ciro becca la primo turno quello che, per attitudini fisiche e tecniche, poteva essere uno dei clienti più scomodi Luca Anacoreta… il nostro cugino romano sfrutta al meglio un errore durante un passaggio di guardia chiudendo il nostro Ciro con un triangolo che lo costringe alla resa. Questa volta il molosso si era preparato bene pazienza… ormai è chiaro che per il cane urge un immediato calo di peso!

Gianluca, -84 kg 2° serie, supera il primo avversario velocemente per finalizzazione e si ferma al secondo turno perdendo ai punti contro il bravo Andrea “Crox” altro cugino “de Roma”… il dottore, nonostante non abbia fatto podio (al primo campionato si era classificato terzo) da sempre dimostrazione di carattere agonistico.

Paolo Di Blasi, -84 kg 2° serie, in scarsi e discontinui tre mesi di pratica (sia quantitativamente che qualitativamente) il sig. Di Blasi si è sparato la seconda competizione dove incontrava Davide Cirielli, cugino napoletano, che lo finalizzava senza premere sull’acceleratore… ripescato lottava contro un allievo di Alfredo Achilli, perdendo per il solo punto per esserselo portato in guardia, posizione dalla quale ha portato ripetuti attacchi per tutti i cinque minuti dell’incontro, l’arbitro fulmineo nell’appioppare il punto per la guardinga azione non ha ritenuto opportuno rovinare il “monologo agonistico” del nostro Bemolle … Alfredo, che saluto di cuore, è stato estremamente corretto e leale nel ammettere senza problemi che il suo ragazzo è stato passivo. Il Di Blasi, vero bradipo della Nova Invicta, grazie a questa competizione si è guadagnato una piccola aggiunta al suo nomignolo… il Bemolle per tutto il 2009 sarà la “Chiavica Bemolle”. In vita mia sono stato fermato pochissime volte ai posti di blocco e mai mentre guidavo, domenica in piena corsa per raggiungere il palazzetto sul G.R.A. una volante della Polizia, visto lo stato “tipo contrabbandiere di sigarette” in cui si trovava la “Bemolle Mobile” ha ritenuto opportuno:
1. fermarci
2. fare una piccola perquisizione,
3. chiederci se ci facciamo le canne, A NOI!!! (il bemolle rulla tabacco e lascia cartine disseminate per tutta l’auto!!!)
4. chiederci se abbiamo precedenti!!!

il tutto portava alla possibile conseguenza di saltare la gara per il ritardo sull’operazione di peso (eseguita per il rotto della cuffia) CHIAVICA BEMOLLE!!!

Galileo Barbirotti, -74 kg 2° serie… un onestissimo 66 kg che non ne vuole sapere di avere una vita sana e regolare come conviene ad un agonista…
Galileo vince due lotte, la prima contro uno dei ragazzi allenati dal brasiliano Mota, la seconda contro Salvatore Grillo, cugino di Caserta, perdendo al terzo incontro… semifinale sfiorata per un soffio ma grande prova da parte di Galileo, anche per lui è imperativo scendere di categoria.

In definitiva sono soddisfatto dei ragazzi anche se:
mi dispiace per Ciro che dopo un argento al primo campionato, non riesce ad esprimersi nella categoria sopra i 70 kg…
i sorteggi ci hanno fatto incontrare tutti i nostri amici del Team Olegario…
le passività non chiamate ci hanno penalizzato…
Prossimo appuntamento FIGR 17 maggio 2009… tutti a Livorno per la Rio Grappling Cup organizzata da Bernardo Serrini & Co!

Ecco le info
http://www.figr.it/website/component/content/article/34-articoli/74-comunicato-rio-grappling-cup.html

7 commenti:

Mario ha detto...

Giulio sei un grande! le tue telecronache commentate so' troppo belle!

americo ha detto...

certo che la presenza di paolo di blasi è stata fondamentale per la trasferta, sai che risate la perquisizione,cmq che sfiga incontrare subito i cugini romani, mi fa piacere che abbia gareggiato il dottore thor, a presto

Anonimo ha detto...

ehehe che figata sta telecronaca...
cmq se Ciro avesse fatto la -66 classe A se la vinceva a man bassa!

Anonimo ha detto...

ehm...ho scordato di firmare il commento...
saluti da Roma, Paoletto.

Giulio Candiloro ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giulio Candiloro ha detto...

Ciao Paolè!
Si credo anche io che Ciro avrebbe avuto ottime possibilità sotto i 66... ho cercato di convincerlo per il 19 aprile e ci sono riuscito per il 17 maggio.
Alcuni cani hanno la capa tosta...

Anonimo ha detto...

Grande Giulio sei un fenomeno della telecronaca!!!!! Saluti pure al bemolle che non conosco ma dal racconto gia' me sta' simpatico hauhuahuauhauhauha
un abbraccio a tutto il gruppo nova invicta
Marco Grigis