giovedì 7 luglio 2011

La cintura...

"serve a reggere i pantaloni"... è un vecchio detto creato su misura per giustificare l'incapacità di applicare in combattimento (sportivo e non) quanto appreso in palestra.
Nelle Arti Marziali "classiche" questo è accettato e piace molto, se una cintura nera di una determinata disciplina prende gli schiaffi da un pugile o da uno che sa menare le mani o se viene superato costantemente da qualche grado inferiore se ne esce co sta frase che lo aggrada non poco... poi se pensiamo ai maestroni che non hanno mai combattuto, ma lo fanno fare ai loro "adepti” … e dai!!!
Nel Jiu Jitsu la cintura è RESPONSABILITA', questo non vuol dire che tutte le cinture nere menano tutte le marroni del mondo e così via a scendere, vuol dire che in ogni momento la cintura colorata è in grado di difendere con gli artigli quanto ha imparato fino a quel momento, vuol dire che quanto più è alto il grado tanto più è grande la capacità di trasmettere agli altri.

Con il tempo (o lo è già?)anche il Jiu Jitsu sarà (è?) vittima della "cintura facile", ci saranno (e ci sono) le cinture blu regalate e non tutti i capi scuola saranno adatti al ruolo che vogliono coprire.

... che schifo ...

Per come la vedo io la cintura blu è un grado importantissimo, è lo spartiacque tra la bianca e le colorate, la faixa azul testimonia che tu hai un tuo gioco, che hai lottato, che nei limiti del possibile hai un tuo Jiu Jitsu.
Mah...che dire. Fortunatamente le realtà genuine sono ancora molte, spetta a noi anziani non ambire a passare troppo velocemente di grado e far capire ai giovani che il Jiu Jitsu è una disciplina severa, che pretende molto e da poco in cambio, che per quanto uno si alleni ad attenderlo non ci saranno sempre e solo allori (anzi!).

Cosa si prova a legarsi una cintura che non si merita? come è possibile accettare questo "regalo" con la consapevolezza che un bianca allenata ti può mettere a figura di merda in qualsiasi momento?

Cari ragazzi cerchiamo di essere onesti prima con noi stessi e poi con gli altri...
Cari maestri ricordate che un tempo avete amato questa disciplina...

Buon Jiu Jitsu a tutti, anche a chi tinge la cintura bianca con la coloreria italiana!

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Sei sempre un GRANDE ti stimo...
A.M.

Anonimo ha detto...

Verissimo, tant'è che io sono una blu e sto rimandando già da tempo l'ingresso nelle viola!!! La domanda è: mi sentirò mai pronto? secondo me nel jiu jitsu devi armarti di umiltà e onestà intellettuale, dopo di che le cinture puoi dartele anche da solo!!!

Vanni Altomare ha detto...

Come al solito parole sagge!!! non posso che quotare a pieno...

Ale Sherman ha detto...

ebbene si caro jonior...è patane aumentano e o ciuccio se stanca ncoppa a sagliuta!!! ;)

americo ha detto...

ho letto qualcosa di critico tra le righe

RGC Sestri Levante ha detto...

Purtroppo non vedo un futuro roseo, il livello si annacquerà e il nostro sport si femminilizzerà.
Credo che parte della colpa sia dei team + blasonati (e dei mestre che hanno da campare), della smania di crescere in numero a tutti i costi (non dimentichiamo che sono tutti strutturati a modello di catena di Sant'Antonio).
Quindi gente che prende la blu dopo due private (magari proveniendo da KFu, WT,KMaga, JKD etc) che iniziano corsi di bjj, con pubblicità in ogni dove (sono abituati così nei loro sport).
Morale si confermerà l'assioma "dove c'è un kimono c'è meno serietà", il livello non te lo devi scrivere sopra ma devi dimostrarlo sul campo...e quindi la cintura servirà per tenersi su i pantaloni.
Chiudo con una frase letta sul blog del grappling Clan "Gli unici atleti con la pancia (che nascondono sotto il kimono) sono i Maestri di arti marziali".

Vanni Altomare ha detto...

Molte volte penso che sarebbe il caso di creare una sorta di bollino blu... una specie di marchio di qualità che attesti la attendibilità del colore della cintura rispetta al proprio livello di esperienza... ovviamente questa è una provocazione, perchè il vero danno che questi Maestri creano, lo fanno ai loro ragazzi e al pubblico che, profano, si avvicina a queste discipline, credendo nella figura del proprio maestro... Sono d'accordo con Andrea Lavaggi, molto spesso anni di attività in discipline che non hanno nulla di lottatorio vengono fraintese come un buon passato nelle arti marziali, al pari di chi proviene dal Judo, dalla Lotta Olimpica, dal Sambo...ecc e questo basta a creare una blu o peggio!

Giulio Candiloro ha detto...

...Morale si confermerà l'assioma "dove c'è un kimono c'è meno serietà"...

caro Andrea, tu non sai quante volte sono stato sul punto di passate in todo al grappling...

RGC Sestri Levante ha detto...

Non sai quanto ti capisco Giulio, mi piace allenarmi col gi, mi piace di meno il fighettismo modaiolo che circonda l'ambiente e questa tendenza inesorabile che sta prendendo.
L'unica cosa di cui sono certo è che la libera è lo sport più serio che abbia mai visto e praticato, non ci sono millantatori, non ci sono articoloni finti in giro sui giornali e blog (non ci sono miriadi di instructional on line), non ci sono mille federazioni, non ci sono manco le varie classi (peccato averla iniziata tardi).
Trovo difficile che il Bjj possa diventare disciplina olimpica e ripulirsi dai cazzari, inoltre la china che sta prendendo, con doppie culate volanti mi fa proprio cacare. Detto qs ma quando la prendi sta belin di cintura nera.
Una strizzata a tutto il canile.
A.L.

americo ha detto...

recentemente il BJJ ha conosciuto il re dei cazzari con l'anello del potere

Anonimo ha detto...

Ma perchè siete cosi pessimisti sul bjj?? Si qualcuno venderà le cintura per soldi e poi?!?! Chi l'ha avuta in regalo se ne pentirà,perchè quando sale sul tatami fara una figura di merda gigantesca...

A.Mormone

Vanni Altomare ha detto...

Il problema è che la gente che compra le cinture sta ben attenta ad evitare gare e confronti...

Anonimo ha detto...

appena due giorni dopo aver scritto su questo blog il Maestro Gianfranco Delli Paoli mi ha dato la cintura Viola!! non me l'aspettavo!!! Tuttavia quando ha chiamato la promozione " mi sono sentito una chiavica" della serie " ma no, non me la merito". considerando che viola è gente del calibro di Luca Anacoreta!! Cmq per spiegare la sensazione, quando facevo jiu jitsu giapponese la cintura era una festa, adesso invece mi sento un peso addosso che fa paura!!!
Enrico

Giulio Candiloro ha detto...

Enrico congratulazioni per la viola... stai tranquillo!

Sono poche le viola del calibro di Luca che in tutta onestà credo rompa il culo anche a gradi superiori... io mi metto per primo nell'elenco.

orario anno 2017-2018 Come sempre a San Mango Piemonte, presso la palestra di lotta… ad un minuto dall’uscita dell’autostrada “San Mango P...